Televisione

07 aprile 2015 | 15:04

Antonella Clerici a Chi: troppa concorrenza in Rai tra programmi di cucina, sogno un Sanremo con la De Filippi

(Agi) – “Mettiamo che domani non ho piu’ ‘La prova del cuoco’, i miei programmi sono usurati e io ricevo la proposta da Sky o Mediaset per un talk alla Oprah Winfrey con base di cucina, magari mi prende lo sghiribizzo e accetto. Ma per ora non mi va di andare in un posto per soldi e poi rischiare di rimanere in panchina ad annoiarmi”.

Antonella Clerici

Antonella Clerici (foto Olycom)

Lo ha detto Antonella Clerici in una intervista a un settimanale, un’affermazione che arriva proprio alla vigilia – e quindi fatto sicuramente casuale ma che appare anche singolare – della presentazione di “Senza parole”, il nuovo show del sabato sera di Rai1 che la portera’ a scontrarsi per l’ennesima volta contro “Amici” di Maria De Filippi.

“Non ho la passione per le sfide – spiega la conduttrice – Ho detto al direttore di Rai1 Giancarlo Leone, ‘Ma sempre io al sabato sera?’. E lui: ‘ Si’, sempre tu’. Non si puo’ sempre vincere, ma comunque si puo’ perdere con onore. Sempre meglio che andare in onda d’estate e vincere contro il nulla”. Nell’intervista la Clerici pur confermando la solidita’ del rapporto che la lega alla Rai, si toglie qualche sassolino dalla scarpa. “Sono leale fino alla morte, ma non sono una quaquaraqua’. Se la mattina prima de “La prova del cuoco” vedo che spadellano su tutte le reti Rai, cavolo se m’incavolo. Leone dice che ho ragione, mi promette che non lo faranno piu’, ma poi ricomincia tutto daccapo. Non ce l’ho con Elisa Isoardi, sia chiaro, e penso sia vergognoso l’attacco per la sua simpatia con Salvini. Credo sia anche professionalmente cresciuta. Il problema del suo programma e’ che e’ proprio sbagliato a quell’ora: e’ un genere di servizio particolare e il pubblico che vuole l’intrattenimento va su Forum, cosi’ poi io faccio molta piu’ fatica a farli tornare su Rai1″. Antonella Clerici poi rivela un suo sogno nel cassetto: “Ogni tanto con Maria De Filippi ci vediamo ad Ansedonia e le dico: ‘Quando divento vecchia (cioe’ tra poco) vengo a lavorare con te’. Il mio sogno e’ un Sanremo con lei”. (Agi, 7 aprile 2015)