Ora tramite Facebook si può anche divorziare. Autorizzata la consegna dei documenti al coniuge irreperibile attraverso il social network

(ANSA) Se il coniuge diventa introvabile per evitare che gli arrivino i documenti per il divorzio, nell’era del social si può ricorrere a Facebook. La prima ad avere questa possibilità, riportano diversi media tra cui il New York Daily, è Elanora Baidoo, una donna di 26 anni che ha ricevuto da un giudice della Corte Suprema di New York il via libera alla spedizione. La coppia, riporta il quotidiano, era sposata dal 2009 con rito civile, ma il matrimonio non era mai stato consumato. Il marito, Victor Sena Blood-Dzraku, si è reso irreperibile, ma mantiene i contatti con la moglie via telefono e Facebook, anche se ha rifiutato esplicitamente di incontrare la donna per ricevere i documenti. Da qui la richiesta di utilizzare il social per i documenti di divorzio. ”Baidoo – si legge nella sentenza – ha il permesso di consegnare i documenti per il divorzio attraverso un messaggio privato via Facebook. La consegna dovrà avvenire una volta alla settimana per tre settimane o fino a prova di una lettura da parte dell’uomo”. (ANSA, 7 aprile 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Decreto dignità, leghe calcio, basket e volley contro divieto di pubblicità e sponsor per il betting

Don Matteo distanzia il Wind Summer Festival. Il Tour vola ma non avrà più Nibali

Diritti tv, la Lega A: sui pacchetti non esclusivi pubblicati sulla stampa dati non esatti