Emilio Fede perde contro Mediaset: niente risarcimento per danni morali e 10 mila euro di spese legali a suo carico

Prima la condanna in appello a 4 anni e 10 mesi di reclusione per aver accompagnato le ragazze alle cene di Arcore, poi l’imputazione per tentata estorsione ai danni dei vertici Mediaset, e ora anche la sconfitta al tribunale del lavoro. Non c’è pace giudiziaria per Emilio Fede.

Emilio Fede (foto Olycom)

L’ex direttore di Rete 4, 83 anni aveva chiesto a Mediaset un risarcimento milionario dopo il suo licenziamento in tronco. Ma, come ha raccontato ‘Il Giorno’ lo scorso 8 aprile, non solo non verrà risarcito, ma dovrà pagare le spese legali alla controparte, versando 10 mila euro.
Fede, che come si legge sul sito del quotidiano, prima del licenziamento guadagnava 750mila euro l’anno, con vari benefits, compresi una carta di credito, una segretaria personale e un appartamento a Milano 2, aveva quantificato il suo risarcimento in 8,5 milioni di euro, assommando alla cifra persa per l’interruzione anticipata del contratto, 5 milioni di pretesi danni morali per le «modalità brutali» utilizzate nei suoi confronti e per la sua carriera “devastata su scala mondiale”, dato che anche ‘Le Monde’ aveva riportato la notizia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Comcast rinuncia agli asset di Fox per concentrarsi solo su Sky

Fico: bisogna cambiare la legge sulla Rai e abolire la Vigilanza. M5s nei talk senza contraddittorio? Valutino i giornalisti

Anzaldi (Pd) scrive al premier Conte: rispettare la legge, un presidente di garanzia per la Rai