New media, Televisione

10 aprile 2015 | 17:13

Giornalista tv egiziana fa interviste per strada con il figlio addormentato tra le braccia e su Twitter diventa la mamma ideale

(ANSA) Una giornalista televisiva egiziana ha attirato l’attenzione di social network, media egiziani e anche del sito della Bbc per una foto che la ritrae mentre intervista gente in strada al Cairo portando in braccio il figlioletto.

La foto della giornalista Lamia Hamdin dell’emittente egiziana ‘On Tv’ (foto Bbc.com)

Su Twitter si sono notati soprattutto elogi per il suo tentativo di coniugare professione e maternità (“madre ideale”), ma c’è stato anche un giornalista che l’ha tacciata di scarsa professionalità. La foto su cui si è basato il dibattito online è stata pubblicata dal sito del quotidiano Al-Watan: si vede la giovane donna non velata mentre, con la mano sinistra, tende il microfono arancione verso un giovane e, col braccio destro, sorregge a stento un bambino che le poggia il capo sulla spalla. “Non era un picnic”, ha detto ancora la donna sottolineando la difficoltà della situazione in cui si è trovata. La giornalista, Lamia Hamdin, lavora per l’emittente privata “On Tv” e ha spiegato che “mio figlio era malato e dovevo lavorare più del previsto. Così sono andata a prenderlo all’asilo. Non potevo lasciarlo da nessun’altra parte”. Il sito della Bbc segnala che qualcuno ha evocato un parallelo con Licia Ronzulli, l’europarlamentare di Forza Italia che tra il 2010 e il 2012 fece scalpore votando quasi sistematicamente in aula a Strasburgo con in braccio la figlioletta Vittoria. In Egitto è un paese al 90% islamico anche se con costituzione laica. Nelle società islamiche la maternità è un valore indiscusso mentre il diritto delle donne al lavoro è molto meno rispettato. (ANSA, 10 aprile 2015)