Dal 14 aprile in edicola il nuovo formato di ‘Case&Country’

E’ in edicola dal 14 aprile Case&Country nella nuova formula. Un formato più grande e spettacolare, quello di Gentleman e Ladies, sposa una grafica più lineare e semplice mettendo in risalto sia la pubblicità che i contenuti, che uniscono al Giardino l’essenza della casa quali sono gli Interni.

“Oggi Case&Country si spinge oltre lo stile della campagna, rivolgendo uno sguardo più approfondito e completo anche al design e all’arredamento italiani, agli interni, che del giardino possono essere e sono la proiezione di vita”, spiega nell’editoriale di presentazione del nuovo numero il direttore, Giulia Pessani. “La formula è riassunta, appunto, dal nuovo pay off “Interni oltre il giardino”, che sintetizza con efficacia l’evoluzione del mensile, l’approfondimento che è stato realizzato insieme allo Studio Wanderlust”.
Al centro del nuovo Case&Country, come sottolinea la nota stampa, è l’Italian touch, espresso nei grandi marchi, nelle aziende storiche del mobile, dagli architetti, dai paesaggisti e dalle dimore tipicamente italiane che animano le pagine del magazine, rubrica dopo rubrica.

“La risposta del mercato è stata di prim’ordine, con una raccolta pubblicitaria di grande rilievo a testimonianza della bontà della nuova formula, che posiziona la testata nel segmento alto della piramide dei periodici dedicati alla casa e all’arredamento a 360°”, aggiunge Angelo Sajeva, presidente di Class Pubblicità e Consigliere per le Strategie e lo Sviluppo di Class Editori.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Identità Golose: edizione numero 15 a Milano con 140 chef

Identità Golose: edizione numero 15 a Milano con 140 chef

Alle 18.30 a Roma, Giuseppe Di Piazza presenta il nuovo romanzo ‘Il movente della vittima’

Alle 18.30 a Roma, Giuseppe Di Piazza presenta il nuovo romanzo ‘Il movente della vittima’

Starbene cambia look e affida la produzione di nuovi contenuti a dodici ‘social ambassador’

Starbene cambia look e affida la produzione di nuovi contenuti a dodici ‘social ambassador’