Giovanni Bazoli vuole evitare ulteriori fratture in Rcs, ma dice di aver querelato Diego Della Valle

Giovanni Bazoli, presidente del consiglio di sorveglianza di Banca Intesa Sanpaolo, si è fermato  a scambiare due battute con la stampa, prima dell’inizio della presentazione del libro sulla famiglia Folonari che si tiene oggi pomeriggio alla sala Balzan. A un giornalista che gli chiedeva se non fosse imbarazzato a far parte di un accordo per la nomina del nuovo cda di Rcs Media Group  in cui  c’è un’azionista (Diego della Valle) che l’ha definito “arzillo vecchietto”, Bazoli ha risposto sorridendo “non rispondo sull’imbarazzo, ma dal momento che con l’accordo  si componeva una frattura tra il primo e il secondo azionista del gruppo, se non avessi aderito si sarebbe creata una seconda frattura. Quindi l’abbiamo fatto per senso di responsabilità. Quanto al rapporto con quella persona ho avviato un’ azione giudiziara per diffamazione”.

Giovanni Bazoli (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Decreto dignità, leghe calcio, basket e volley contro divieto di pubblicità e sponsor per il betting

Don Matteo distanzia il Wind Summer Festival. Il Tour vola ma non avrà più Nibali

Diritti tv, la Lega A: sui pacchetti non esclusivi pubblicati sulla stampa dati non esatti