Il vice presidente di Google replica all’Unione Europea: Accuse fuori bersaglio

(Agi) Google critica l’Unione europea che ha accusato di abuso di posizione dominante il suo motore di ricerca online. “Anche se Google può essere il motore di ricerca più usato

Amit Singhal

Amit Singhal

– sostiene l’azienda Usa sul suo sito blog – ora la gente può trovare e avere accesso alle informazioni in molti modi diversi, per cui le accuse di danneggiare consumatori e concorrenti sono fuori bersaglio”. “Siamo fortemente in disaccordo”, scrive il vicepresidente di Google, Amit Singhal. “Siamo ansiosi di spiegare le nostre ragioni nelle prossime settimane”. “Abbiamo dimostrato che le accuse di danno ai consumatori e ai concorrenti non sono corrette,” aggiunge l’alto dirigente di Google. (Agi, 15 aprile 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Potenza degli influencer. Un tweet di Jenner fa perdere a Snapchat 1,3 miliardi

Lotti: il problema della Serie A era il valore troppo basso. L’assegnazione dei diritti a Mediapro fa ben sperare

Cairo: dal mio arrivo in Rcs, nel 2016, debito sceso di 8 milioni ogni mese