16 aprile 2015 | 17:40

Ernesto Mauri, ad di Mondadori è tra i manager più pagati in Italia, nella classifica stilata dall’Espresso

(Ansa) – E’ Sergio Marchionne il manager italiano più pagato nel 2014 con un compenso di 9 milioni di euro. Lo scrive l’Espresso in un articolo sui manager più pagati aggiungendo – secondo quanto riporta una nota – che la cifra andata in tasca all’amministratore delegato di Fca finisce per triplicare con azioni e altri incentivi cash.

Marina Berlusconi ed Ernesto Mauri (foto Olycom)

Nel 2014 – si legge nella nota sull’articolo che sarà in edicola domani – il 65% degli amministratori delegati delle maggiori società quotate in Borsa ha incassato uno stipendio maggiore o uguale a quello dell’anno precedente. Alle spalle di Marchionne ci sono Luca Bettonte, a capo del gruppo energetico Erg (5,7 milioni di stipendio) e il costruttore Pietro Salini (4,3 milioni).

La novità di quest’anno, almeno in Italia, sono gli incentivi all’ingresso, un compenso per convincere il manager ad accettare l’incarico. Adil Mehboob-Khan sei mesi fa è approdato da Procter & Gamble al vertice di Luxottica di Leonardo del Vecchio ricevendo 9 milioni di euro come “entry fee”. Un caso simile è quello del banchiere Piero Luigi Montani, che ha preso la guida di Carige con un incentivo di oltre un milione. Tra i manager premiati da bonus milionari la classifica de l’Espresso segnala Ernesto Mauri di Mondadori e Francesco Caltagirone di Cementir. Il più pagato tra i banchieri, invece, è Federico Ghizzoni di Unicredit che l’anno scorso ha guadagnato poco più di 3 milioni. (Ansa, 16 aprile 2015).