Wikileaks pubblica 200 mila documenti email di Sony Pictures

(Agi) A cinque mesi dall’attacco hacker alla Sony Pictures, Wikileaks ha pubblicato 30.287 documenti degli archivi del colosso della distribuzione cinematografica.

Julian Assange (foto Olycom)

‘Online’ sono finite pure 173.000 e-mail da e verso 2.200 indirizzi, che secondo il portale fondato da Julian Assange sono di rilevanza pubblica, perché, si legge in un comunicato, “mostra il funzionamento interno e gli ingranaggi di una multinazionale influente” e quindi “sono degni di interesse e al centro di un conflitto geopolitico”. La Sony ha diffuso un comunicato di risposta in cui critica la pubblicazione dei documenti e rileva che si tratta di “informazioni private ottenute tramite un atto criminale”. Gli attacchi hacker che ritardarono l’uscita del film satirico “The Interview”, che ‘sbeffeggia’ il leader nordcoreano Kim Jong un, furono attribuiti dall’Fbi a Pyongyang. (Agi, 17 aprile 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione

Selfie mortali, dal 2011 al 2017 259 decessi legati alla ricerca dello scatto perfetto