17 aprile 2015 | 18:23

Il Cda Rai boccia senza appello l’Opa di Ei Towers

Il Cda di viale Mazzini ha approvato il bilancio 2014 e ha ribadito il suo no all’Opas di Ei Towers su Rai way, anche alla seconda opzione quella di una partecipazione al 40% e non più controllo. Come racconta Il Sole 24 Ore ora la palla torna a Ei Towers, cosa farà la società del gruppo Mediaset?

Guido Barbieri

Guido Barbieri, ad di Ei Towers

La Rai considera «strategica» la partecipazione nella controllata «anche in quanto correlata al soddisfacimento dei bisogni di interesse generale», così come la permanenza di Rai Way in Borsa – da dove la società rischierebbe di essere delistata se Ei Towers riuscisse a prendersi tutto il 35% disponibile sul mercato- nonché il mantenimento di un azionariato diffuso.

Quali sono le alternative che ha davanti Ei Towers?

Difficile azzardare previsioni, ma certo il “no” della Rai potrebbe forse indurre il “predatore” ad abbandonare il campo. Anche perché l’alternativa – tirare dritto e accontentarsi del 35% – non parrebbe in linea con quanto indicato dalla società giusto la scorsa settimana, quando il cda di Ei Towers aveva deciso di ritoccare la soglia minima al 40% (e non più al 66,67%), subordinando comunque il tutto al raggiungimento di una qualche forma di collaborazione industriale con la “preda” in termini di razionalizzazione dell’infrastruttura e gestione integrata di servizi «qualora Rai Way condivida l’obiettivo di efficientare le rispettive reti». Integrazione sepolta, quindi?

(…)

E dunque la società – se il Biscione non rilanciasse – potrebbe riprendere il suo cammino verso acquisizioni (come si evidenziava anche nel prospetto) e fusioni (a cui, invece, non si faceva cenno nel documento che ha accompagnato l’Ipo). Qualcuno, tra gli addetti ai lavori, ci legge un riferimento, nemmeno troppo velato, a possibili nozze. Vero è che il mercato delle torri è in fermento dietro l’angolo c’è l’Ipo di InwitTelecom (verso cui Ei Towers e Rai Way potrebbero legittimamente nutrire un qualche appetito) – e la fine dell’Opas risetterebbe di fatto la partita aprendo la strada a nuovi scenari e (forse) a future alleanze. Da negoziare, però, questa volta, senza operazioni giudicate “ostili”.

‘Rai boccia l’Opas Ei Towers sulla controllata Rai Way anche in caso di modifiche’, Il Sole 24 Ore, 17 aprile 2015