In Rai reclutamento solo per concorso, le norme contenute nel ddl di iniziativa del governo

Cambiano le norme di reclutamento all’interno della Rai. Lo anticipa Repubblica nel testo del ddl sulla riforma della governance della Rai ora in discussione al Senato.

“Il disegno di legge del governo – ennesimo tentativo di riforma della tv di Stato, ora firmato anche dal Quirinale e “bollinato” dalla Ragioneria prevede che «il reclutamento del personale e il conferimento degli incarichi» rispettino un criterio certo, una norma chiara.
E’ l’articolo 35, comma 3, di un decreto del 2001 assai pesante (il numero 165). Questo decreto cita esplicitamente il concorso come modalità di reclutamento del personale (punto E) e stabilisce che le «commissioni esaminatrici» siano composte da «esperti di provata competenza nelle materie di concorso».

“In Rai si entrerà solo per concorso”.  Nel ddl di riforma alt ai favoritismi di Viale Mazzini (La Repubblica, 21 aprile 2015)

Matteo Renzi (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Potenza degli influencer. Un tweet di Jenner fa perdere a Snapchat 1,3 miliardi

Lotti: il problema della Serie A era il valore troppo basso. L’assegnazione dei diritti a Mediapro fa ben sperare

Cairo: dal mio arrivo in Rcs, nel 2016, debito sceso di 8 milioni ogni mese