Editoria

21 aprile 2015 | 18:20

Urbano Cairo: Rcs ha bisogno di rispetto e concordia tra i soci. Positiva l’unione Ray Way-Ei Towers, ma la società sia una public company

(Agi) Il gruppo Rcs ha bisogno di “concordia” e di “rispetto” tra i soci. Lo afferma Urbano Cairo, tra i principali azionisti del gruppo editoriale con il 4,6% del capitale, commentando la nuova esplosione di tensioni tra Diego Della Valle e il presidente di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli. “Mi dispiace di questo – ha detto l’imprenditore, che ha presentato una lista autonoma per il rinnovo del cda di Rcs – io, che pure sono di minoranza, comunque cerco di tenere un atteggiamento di grande rispetto di chi sta lavorando, cercando di dare consigli rispetto alle cose che conosco e che ho sempre fatto nel settore editoriale”. (Agi, 21 aprile 2015)

 

Urbano Cairo (foto Olycom)

Urbano Cairo (foto Olycom)

Ei towers: Cairo, si’ a unione con Rai Way ma sia public company

(Agi) Il patron di ‘La7′, Urbano Cairo, promuove l’ipotesi di un’unione tra Ei towers e Rai Way, ma la nuova societa’ delle torri di trasmissione dovrebbe essere una public company. “C’era una logica nel mettere insieme strutture che facessero efficienza – ha detto a margine di un incontro, commentando l’opa lanciata dal gruppo che fa capo a Mediaset e poi ritirata – ma il tema e’ che se un broadcaster guida la societa’ magari puo’ essere una cosa non opportuna. L’unione di queste aziende puo’ essere una cosa giusta, ma la societa’ deve diventare una public company, dove non hai un azionista prevalente. Pero’ – ha ribadito – secondo me l’idea dal punto di vista dell’efficienza sicuramente funziona. Bisogna stare attenti alla proprieta’”. (Agi, 21 aprile 2015)