Mercato

22 aprile 2015 | 10:35

‘Earth Defenders’, il documentario firmato Zodiak Active e Lavazza in occasione dell’Earth Day

Lavazza torna in tv anche nel 2015 con un branded content firmato da Zodiak Active, un nuovo tassello del progetto Calendario Lavazza 2015 avviato lo scorso autunno. Earth Defenders – I Guardiani Della Terra è il titolo del documentario che andrà in onda in esclusiva su Real Time (Canale 31 digitale terrestre, 131 e 132 Sky e Canale 31 di TivùSat) mercoledì 22 aprile alle ore 23:05 per celebrare l’Earth Day 2015 (la Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite), il momento di sensibilizzazione ambientale più impattante al mondo. Earth Defenders – I Guardiani Della Terra è l’occasione per raccontare, attraverso la voce del video-reporter Davide Scalenghe, le storie, i luoghi e i prodotti immortalati negli scatti del Calendario Lavazza 2015, realizzato in collaborazione con Slow Food. Il documentario sarà replicato sabato 25 aprile alle ore 08:40 su Real Time e venerdì 1° maggio alle 15:10 su Focus, canale 56 DTT.

In Earth Defenders – I Guardiani Della Terra si va dunque in Africa alla scoperta dei “guardiani della terra”, raggiunti nel cuore dei presidi Slow Food e delle comunità di coltivatori di caffè coinvolti nei progetti di sostenibilità Lavazza, in cui si tutelano i prodotti locali garantendone la continuità e si assicurano ai coltivatori la formazione e gli strumenti necessari per migliorare il proprio futuro. La voce narrante di Davide Scalenghe conduce il telespettatore in un viaggio tra Marocco, Senegal, Kenya, Etiopia e Tanzania: dodici tappe che hanno ispirato gli altrettanti scatti del Calendario Lavazza 2015 affidati a Steve McCurry, fotoreporter americano di fama internazionale. “È un progetto fatto di persone, viste da vicino nelle loro storie di orgoglio e resilienza – dice Filippo Fiocchi, Executive Creative Director di Zodiak Active – per riscoprire e riscattare l’importanza della salvaguardia della biodiversità alimentare e della protezione di colture, cibi e prodotti come lo zafferano, l’olio diargan, la zucca e il sale”. Ad integrare il racconto di Scalenghe, le testimonianze di Francesca Lavazza (Direttore Corporate Image Lavazza), Mario Cerutti (Lavazza Green Coffee and Corporate Relations), Carlo Petrini (presidente di Slow Food) e Steve McCurry.