Editoria

22 aprile 2015 | 10:40

Il governo convoca per martedì prossimo il tavolo sull’editoria. Il sottosegretario Lotti: “Daremo vita a riforma che tiene insieme editoria e tv”

(ANSA) – “Abbiamo convocato per il 28 aprile il tavolo con editori, giornalisti ed edicolanti, tutto il mondo dell’editoria per arrivare a nuovi strumenti normativi per uscire dalla crisi”. Lo ha annunciato il sottosegretario Luca Lotti nel corso di un convegno all’Istituto Luigi Sturzo.

Luca Lotti (foto-Olycom)

Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria (foto-Olycom)

“E’ l’anno zero della riforma”, ha proseguito Lotti spiegando che “non sarà una sfida facile, ma siamo convinti che sia il modo giusto di affrontare la riforma, attraverso il confronto e la discussione”. “Credo che ne vedremo delle belle – ha aggiunto il sottosegretario -, perché per la prima volta si scontrano tutti gli attori in campo. Il governo farà la sua parte”. “Daremo vita a una riforma che tiene insieme editoria e tv – ha spiegato Lotti -. La prima cosa da fare è cambiare il sistema, che evolve velocemente. Per questo abbiamo deciso di dare contributi a chi va sul digitale e abbiamo ritenuto opportuno incentivare l’assunzione di giornalisti in caso di prepensionamenti”. “Abbiamo anche lavorato sull’equo compenso, che sarebbe più giusto chiamare ‘minimo garantito’ – ha proseguito -. Oggi un pezzo non costa più 3 o 4 euro, ma 20 euro. E’ poco, si poteva fare di più, ma è un segnale che abbiamo voluto dare al mondo dell’editoria”.(ANSA)