Editoria

22 aprile 2015 | 18:20

Diego Della Valle su Rcs: serve subito un nuovo direttore per il Corriere della Sera. Cairo? Lui è uno che conosce questo mestiere

(ANSA) Diego Della Valle si augura che il nuovo direttore del Corriere della Sera “sia fatto subito, altrimenti ricadiamo nei riti e nelle celebrazioni dei vecchi sacerdoti, che a me fanno venire il prurito”. Lo ha detto Diego Della Valle, “Il direttore lo devono scegliere il consiglio e il presidente – ha aggiunto. Questa è una buona regola per cominciare”. Ma “bisogna assolutamente farlo subito e pensare anche ad una squadra giusta per il corriere di oggi e quello di domani”. (ANSA, 22 aprile 2015)

Diego Della Valle (foto Olycom)

Diego Della Valle (foto Olycom)

Rcs: Della Valle, bene progetto Nagel

(ANSA) “Il primo pezzo è stato fatto bene come ho già avuto modo di dire grazie a Nagel e ai 2-3 azionisti che si sono occupati di Rcs per primi, poi seguiti da altri. Adesso vediamo”. Lo ha detto Diego Della Valle, a margine dell’assemblea degli azionisti Tod’s, alla vigilia dell’assemblea di Rcs. L’imprenditore ha scherzosamente invitato i giornalisti a seguirla: “Andate, andate”. ”Io sono stato sempre molto critico – ha aggiunto Della Valle – su quella che era la gestione di Rcs prima e su come era formulata”. Questa volta il giudizio è positivo “grazie al buon lavoro che ha fatto Nagel nel proporci una cosa assolutamente focalizzata sull’azienda, di vedere se c’era un modo di costruire un Cda indipendente da chiunque con delle capacità precise, pronto a dare una mano al presidente e all’amministratore delegato”. “A questa ipotesi, che poi è il modo in cui dovrebbero essere gestite tutte le aziende – ha sottolineato – io ho detto che ci sarei stato”. Il patron di Tod’s si augura che Rcs venga “diretta bene, è un’azienda che deve avere le sue autonomie e oggi ha persone competenti. Ci auguriamo, come azionisti, di guardare da fuori un gruppo che possa rimettersi piano piano in carreggiata”. “Questa è la prima volta da quando sono azionista Rizzoli – ha insistito – che vedo un’operazione pensata per il mercato e per il futuro dell’azienda, senza piccoli patronati o senza qualche vecchio marpione che pensava di essere il padrone della Rizzoli. Insomma, vedo una roba con un senso logico. Su questo io mi sono trovato d’accordo. Se poi le cose non prendono questa piega – ha concluso – io rimango nella mia posizione, e cioè che le aziende vanno dirette bene”.(ANSA, 22 aprile 2015)

Rcs: Della Valle, se Cairo entra nella lista sono contento

(ANSA) “Se Urbano Cairo entra io sono contento perché lui è uno che conosce questo mestiere. Lui lo sa”. Così Diego Della Valle, a margine dell’assemblea degli azionisti Tod’s. Della Valle è convinto che Cairo “potrà aggiungere una professionalità o due in più alla lista da noi sottoscritta. Ben venga – ha ribadito – se ha delle persone capaci come credo che ne abbia chi si occupa di editoria”. (ANSA, 22 aprile 2015)

 (ANSA, 22 aprile 2015)