Editoria

23 aprile 2015 | 15:46

Mauri, ad di Mondadori: nel primo trimestre -5% la pubblicità sui periodici ma puntiamo ad accrescere i ricavi del 10% sul digitale in tre anni

(Italpress) “Nel primo bimestre la raccolta per i periodici ha fatto segnare un -5% circa e tale rimarrà anche nel trimestre, ma mi fanno piacere le dichiarazioni dei tanti, in primo luogo di Sassoli (presidente dell’Upa, ndr) che parlano di un +1%-2% alla fine dell’anno”.

Cosi’ ha commentato l’amministratore delegato del gruppo Mondadori, Ernesto Mauri, a margine dell’assemblea dei soci della società. “L’avvio dell’anno quindi non è partito così bene – ha aggiunto Mauri -, anche se per noi la pubblicità rappresenta solo il 13% del fatturato, per noi contano di più le diffusioni”. (Italpress, 23 aprile 2015).

Mondadori: Mauri “su Rcs libri due diligence in corso, strategia corretta”

(Italpress) Il processo di acquisizione da parte di Mondadori di Rcs Libri, prosegue come previsto. Lo ha confermato l’Ad del gruppo di Segrate Ernesto Mauri: “La due diligence è in corso. L’abbiamo affidata ai revisori dei conti che ci hanno chiesto sei settimane per farla e sono a metà dell’opera. Se riusciranno a farla prima è meglio, ma su questa base entro il 29 maggio faremo la nostra offerta”, ha sottolineato nel corso dell’assemblea. Rispetto invece agli azionisti Rcs che hanno criticato la decisione di cedere Rcs Libri, Mauri ha spiegato: “Le cose vanne mese in un certo contesto. Se sono contrari a cedere questo e a cedere quest’altro, allora tirino fuori i soldi per un aumento di capitale e il problema è risolto”. Mauri si è infine detto d’accordo con la strategia annunciata da via Solferino: “Mi sembra una strategia corretta. Ognuno si sta indirizzando verso i propri core business. Per esempio loro hanno scelto di dedicarsi al settore quotidiano in Italia e in Spagna, mentre per noi il core business rimane quello dei libri. Ognuno deve essere leader forte nel proprio settore, se no il futuro diventa pericoloso, e investire fortemente in quel settore”. (Italpress, 23 aprile 2015).

Ernesto Mauri (foto Olycom)

Mondadori: Mauri “dopo il ritorno all’utile continueremo a crescere”

(Italpress) “Il 2014 è stato un anno importante per noi perchè siamo tornati all’utile, invertendo la tendenza dopo due anni di perdite. Il nostro pieno triennale prevede un sensibile aumento dei margini”. Così l’amministratore delegato di Mondadori, Ernesto Mauri, a margine dell’assemblea dei soci del gruppo, ha commentato il ritorno all’utile (600 mila euro) da parte della società editoriale. “Nei prossimi anni continueremo a crescere in modo importante – ha aggiunto Mauri -, poi toccherà agli azionisti decidere se ci saranno dividendi”. (Italpress, 23 aprile 2015).

Mondadori: Mauri “per digitale puntiamo a +10% dei ricavi in 3 anni”

(Italpress) Mondadori punta ad accrescere i propri ricavi nel settore digitale dal 4% al 10% nel giro di tre anni. Un obiettivo ambizioso, che l’amministratore delegato di Mondadori Ernesto Mauri ha così commentato a margine dell’assemblea dei soci del gruppo. “Puntiamo ad arrivare al 10% di utili nel settore digitale, anche attraverso nuove acquisizioni. Individueremo i settori i cui potremo essere forti nei confronti dei nuovi player e, dopo aver visto cosa c’è sul mercato, lì investiremo”. Per quanto riguarda il settore radio, l’unico ancora in perdita per il gruppo con R101, invece, Mauri ha spiegato di attendere i risultati del piano di riorganizzazione del palinsesto, prima di decidere se sia il caso di cederla o puntare ancora su di essa. (Italpress, 23 aprile 2015).