29 aprile 2015 | 10:57

Approvato il bilancio e nominato il nuovo cda di Mediaset. Il presidente Confalonieri: Google drena 1,5 miliardi l’anno di risorse pubblicitarie

di Carlo Riva – È stato approvato il bilancio 2014 di Mediaset spa dall’assemblea dei soci in corso a Milano e nominato il nuovo consiglio di amministrazione. Nella lista del socio di maggioranza sono entrati Fedele Confalonieri, Giuliano Adreani, Marina Berlusconi, Pier Silvio Berlusconi, Pasquale Cannatelli, Mauro Crippa, Bruno Ermolli, Marco Giordani, Gina Nieri, Michele Perini, Niccolò Querci, Stefano Sala (new entry) Carlo Secchi. Entrano quattro rappresentanti di Assogestioni: Franco Bruni, Alessasndro Piccinino, Fernando Napolitano, Wanda Ternau. I consiglieri esecutivi sono: Confalonieri, Adreani, Pier Silvio Berlusconi, Crippa, Giordani, Mieri, Querci e Sala.

Pier Silvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e Giuliano Adreani

Pier Silvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e Giuliano Adreani (foto Prima comunicazione)

 Il bilancio è stato approvato con il 98,974% del capitale presente (62,633%). Contrario lo 0,003%. Astenuti 0,6%.

“Come nel 2013 anche nel 2014 siamo in utile, e in più quest’anno torna il dividendo che proporremo a questa assemblea” afferma Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset.  “È stato consolidato l’assetto economico patrimoniale con prospettive anche di lungo termine – continua – e sono state difese le quote di mercato, pur in presenza di eventi speciali, come i mondiali di calcio che sono stati trasmessi da Sky e da una Rai mai come oggi spregiudicata nell’abbattimento dei prezzi della pubblicità”.

“Il nostro modello di business di operatore televisivo integrato multipiattaforma si è rafforzato” aggiunge Confalonieri, “i ricavi netti consolidati raggiungono i 3.414,4 milioni di euro in linea con quelli del 2013″. Decisivo sui risultati del gruppo è stato il miglioramento della situazione economica internazionale e in particolare la ripresa della situazione economica spagnola, spiega il presidente, che precisa: “I risparmi ottenuti nelle attività televisive hanno raggiunto 631,2 milioni rispetto alla base costi del 2011″.

Nel passaggio della relazione all’assemblea Confalonieri non risparmia una critica ai giganti della rete.

“Si avverte la presenza sommersa ma dal peso potenzialmente schiacciante dei cosiddetti ‘over the top’, per non fare nomi Google, Facebook e Amazon. Si stima che solo Google dreni risorse pubblicitarie per quasi 1,5 miliardi di euro l’anno”. Rispetto a questi fenomeni il presidente Mediaset indica tre temi principali: fiscale, perché non pagano le tasse nel nostro Paese; privacy, perché non rispettano le regole in materia; contenuti. “Quando Google dice che il suo mestiere non è quello di fare l’editore, distorce la realtà e calpesta l’evidenza” dice Confalonieri che precisa: “Con molta determinazione noi proteggeremo i nostri contenuti che com’è evidente sono il carburante di tutte le nostre iniziative e quindi non permetteremo a nessuno di sfruttarli al di fuori di accordi commerciali che ne rispettino il valore”.

Infine un passaggio è dedicato anche all’operazione Ei Towers, controllata del gruppo e Rai Way.

“Ha destato grande interesse nei media e un vero entusiastico sostegno del mercato l’Ipo di Ei Towers su Rai Way. Era ed è un progetto di razionalizzazione in grado di creare valore”. “Il fuoco di sbarramento che ha bloccato l’operazione – conclude – non è del tutto comprensibile e quando le polemiche si saranno placate siamo sicuri che la questione di creare un’unica grande infrastruttura italiana per la diffusione del segnale tv tornerà in primo piano”.

Il comunicato dell’azienda

L’Assemblea degli Azionisti di Mediaset, riunitasi oggi sotto la Presidenza di Fedele Confalonieri, ha approvato il bilancio d’esercizio di Mediaset S.p.A. al 31 dicembre 2014, il bilancio consolidato e le relazioni degli amministratori così come deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 24 marzo 2015.
Nell’esercizio 2014 sono stati registrati ricavi consolidati netti pari a 3.414,4 milioni di euro (3.414,7 milioni di euro nell’esercizio 2013). L’Ebit è positivo per 248,8 milioni di euro rispetto ai 246,3 milioni di euro del 2013. Il risultato netto di Gruppo ammonta a 23,7 milioni di euro, in crescita rispetto agli 8,9 milioni di euro dell’anno precedente.
L’Assemblea degli Azionisti ha approvato la copertura delle perdite degli esercizi precedenti che ammontano a Euro 16.502.364,61 e la distribuzione dell’utile d’esercizio di euro 37.086.995,24 come segue: – copertura integrale delle perdite degli esercizi precedenti mediante utilizzo della riserva straordinaria;
- distribuzione agli Azionisti, quale dividendo, di euro 22.728.041,28 in ragione di euro 0,02 per ciascuna delle n. 1.136.402.064 azioni ordinarie costituenti il capitale sociale; – destinazione a riserva straordinaria dell’importo residuo di utile di esercizio non distribuito di Euro 14.358.953,96.

NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
L’Assemblea ha provveduto alla nomina, per scadenza del mandato, del Consiglio di Amministrazione, composto da 17 membri. Il nuovo Consiglio rimarrà in carica fino all’approvazione del bilancio dell’esercizio 2017.
Oltre alla Lista N. 1 presentata dall’azionista Fininvest S.p.A., è stata presentata da azionisti rappresentanti complessivamente una quota pari all’1,38% del capitale di Mediaset S.p.A. la Lista N.2. A seguito della votazione, avvenuta con il criterio del voto di lista, il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta così composto:
• Fedele Confalonieri, Giuliano Adreani, Marina Berlusconi, Pier Silvio Berlusconi, Pasquale Cannatelli, Mauro Crippa, Bruno Ermolli, Marco Giordani, Gina Nieri, Michele Perini, Niccolò Querci, Stefano Sala e Carlo Secchi (dalla lista di maggioranza presentata del socio Fininvest S.p.A.).
• Franco Bruni, Alessandra Piccinino, Fernando Napolitano e Wanda Ternau (dalla lista di minoranza presentata da un gruppo di società di gestione del risparmio e di investitori istituzionali).
I consiglieri esecutivi sono otto: Fedele Confalonieri, Giuliano Adreani, Pier Silvio Berlusconi, Mauro Crippa, Marco Giordani, Gina Nieri, Niccolò Querci e Stefano Sala.
I Consiglieri Franco Bruni, Fernando Napolitano, Michele Perini, Alessandra Piccinino, Carlo Secchi e Wanda Ternau hanno dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza ex art. 148 comma 3 del Testo Unico della Finanza e, inoltre, i Consiglieri Franco Bruni, Fernando Napolitano, Alessandra
Piccinino e Wanda Ternau hanno dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A..
Una sintesi dei curricula professionali dei Consiglieri di Mediaset è disponibile sul sito internet (http://www.mediaset.it). Si allega al presente comunicato tabella delle partecipazioni detenute dagli amministratori alla data odierna.
L’Assemblea ha quindi eletto Presidente Fedele Confalonieri il quale ha convocato il Consiglio di Amministrazione per domani 30 aprile. All’ordine del giorno, tra gli altri punti, deleghe e poteri per la gestione della società. (…)

Leggi o scarica il comunicato stampa dell’azienda (.Pdf)