Comunicazione, New media

30 aprile 2015 | 12:41

Gli smartphone riusciranno a riconoscere anche le orecchie grazie alla tecnologia ‘Bodyprint’

(ANSA) – Possiamo dire addio alle password. Gli smartphone del futuro infatti non solo riconosceranno le impronte digitali ma anche le orecchie e le nocche della mano. Il metodo nasce negli Yahoo Labs dove è stata creata una tecnologia, chiamata Bodyprint, con la quale è possibile trasformare i display touchscreen degli smartphone in scanner biometrici.

Questa innovazione consente di identificare l’utente tenendo conto di varie caratteristiche anatomiche, non solo delle dita. Se il telefono non identifica l’orecchio accostato, ad esempio, si blocca e non fa rispondere ad una chiamata.

Secondo i ricercatori il sistema è affidabile. Nei primi test Bodyprint ha infatti registrato una percentuale di riconoscimento per ben il 99.8% dei casi. È più di quanto riescano a fare anche i migliori scanner di impronte digitali già implementati sui dispositivi di ultima generazione. Ancora non ci sono notizie sulla distribuzione commerciale del Bodyprint. (ANSA, 29 aprile 2015)