04 maggio 2015 | 18:23

Facebook tratta con gli editori: gli incassi pubblicitari in cambio della condivisione diretta dei contenuti sul social

La possibilità di incassare direttamente gli introiti pubblicitari. Stando a quanto si legge sul Wall Street Journal, dopo aver incassato l’interesse di BuzzFeed, The New York Times, National Geographic è questa la strada che Mark Zuckerberg starebbe percorrendo per convincere gli editori a condividere direttamente i contenuti su Facebook, senza rimandare a link esterni.

Mark Zuckerberg (foto Olycom)

I link postati sul social per molti editori sono diventati un’importante risorsa per generare traffico, a conferma di quanto messo in evidenza dal sondaggio del Pew Research Center dello scorso anno dove risulta che quasi la metà degli intervistati legga notizie di politica e di governo direttamente su Facebook. Il limite resta però la visualizzazione di questi link attraverso device mobili, visualizzazione che può richiedere anche diversi secondi. Attraverso questa iniziativa di Facebook, il processo si velocizzerebbe, con il vantaggio di invogliare ulteriormente la gente a rimanere di più sul social.

Non unanime la reazione degli editori. Come sottolinea il Wsj, molti di questi vorrebbero mantenere il controllo sui dati degli utenti, così come l’accesso ai dati sui loro lettori.

Ultimamente, ricorda il giornale, gli editori sono stati anche danneggiati dai cambiamenti nella formula che Facebook usa per inserire gli aggiornamenti nelle bacheche degli utenti, e temono che altri cambiamenti possono innescare crolli nel traffico dei loro siti.