Community e GC Governance Consulting: alleanza che parte da Roma

‎Comunicazione d’impresa, corporate governance , leadership management ed executive search sono i punti di forza dell’offerta proposta da Community Group e GC Governance Consulting che hanno deciso di allearsi partendo proprio da Roma dove nessuna delle due societa’ aveva finora una sede.

De Luca, Lucio Cefis e Auro Polumba

Lucio De Luca, Davide Cefis e Auro Palomba

Nella centralissima Via Frattina ‎e’ stato infatti aperto un ufficio condiviso sotto la guida di Davide Cefis, un manager che nella sua storia professionale ha lavorato sia sul fronte della comunicazione, delle relazioni pubbliche e istituzionali e poi come cacciatore di teste e nell’assessment management e che adesso e’ senior advisor di entrambe le societa’.
A promuovere la partnership Auro Palomba, ‎fondatore nel 2001di Community Group, che partendo dalla consulenza in comunicazione strategica (ha tra i suoi clienti bei nomi di imprenditori come John Elkann e Alessandro Benetton) ‎ si poi e’ allargato al Media Research e al Public Affairs con sede a Bruxelles, insieme ai partner, rappresentati da Lucio De Luca, di GC Governance Consulting.
Boutique di consulenza strategica, come racconta la presentazione della societa’, GC Governance Consulting, e’ stata fondata da Susanna B. Stefani e da Piero Trupia come centro di consulenza sul disegno della corporate governance e nella messa a punto di modelli organizzativi aziendali. Competenze che si integrano molto bene con quelle di Comunity e che nei progetti di Cefis dovrebbero essere promosse nella capitale e nelle regioni del centro sud.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal