08 maggio 2015 | 10:35

Caltagirone editore: piccoli segni positivi nel primi tre mesi dell’anno. +11,1% la pubblicità su internet

(ANSA) – Caltagirone Editore chiude i conti del primo trimestre 2015 con un risultato ante imposte negativo per 3,9 milioni in miglioramento del 18,2% rispetto ai primi tre mesi del 2014. Migliorano del 31,3% il risultato operativo, (negativo per 3,6 milioni dopo ammortamenti e svalutazioni per 2,4 milioni) e del 49,3% il Mol (negativo per 1,2 milioni). In calo del 3,5% i ricavi, a 38,7 milioni. Rallenta il calo della raccolta pubblicitaria, che nel primo trimestre dell’anno, è diminuita dello 0,1%.

Francesco Gaetano Caltagirone, presidente di Caltagirone editore (foto Olycom)

Il rallentamento del calo della raccolta sui giornali tradizionali (-2,7%) è stato accompagnato dall’incremento delle pubblicità sui siti internet (+11,1%). “Ciò ha consentito al gruppo – indica la società – di registrare una performance migliore rispetto alle tendenze del mercato che ha registrato, nei primi tre mesi dell’anno, una flessione del 7% della raccolta sui quotidiani tradizionali ed una flessione del 2,4% della raccolta sui siti internet”. Quanto alle previsioni per l’anno in corso, “il settore dell’editoria resta caratterizzato da una forte incertezza dovuta al perdurare della congiuntura economica negativa che si riflette sugli investimenti pubblicitari nel settore editoriale. Dopo più di sei anni di contrazione i dati provvisori del mese di aprile non mostrato ancora una reale inversione di tendenza. Il Gruppo sta continuando ad attuare una rigorosa politica di controllo e riduzione dei costi e sta ponendo in essere tutte le attività necessarie per valorizzare al meglio le versioni multimediali e migliorare le attività internet con l’obiettivo di intercettare nuovi flussi di pubblicità e nuovi lettori”. (ANSA, 7 maggio 2015).