I giornalisti di Veneziani Periodici interrompono lo sciopero dopo l’accordo sugli stipendi arretrati

(ANSA) – L’assemblea dei giornalisti del gruppo Guido Veneziani Periodici ha interrotto lo sciopero a oltranza proclamato martedì scorso dopo che i redattori non avevano “ricevuto la tredicesime a gli ultimi tre stipendi”. “In data odierna, l’azienda Guido Veneziani Periodici (GVP) – si legge nel comunicato dei redattori – ha ottemperato al pagamento degli stipendi di febbraio 2015, che erano l’oggetto per il quale le redazioni delle testate avevano proclamato lo sciopero.

Guido Veneziani

Guido Veneziani è anche il nuovo editore de l’Unità

 Nel contempo, l’azienda ha confermato di voler rispettare il piano di rientro per gli stipendi di marzo e aprile 2015 e delle tredicesime mensilità, come sottoscritto con i lavoratori in un documento siglato il 22 aprile scorso”. “La GVP si è dichiarata, inoltre, disponibile – conclude l’assemblea – ad aprire un tavolo di trattativa con i delegati sindacali dell’azienda GVP e con i sindacati di categoria. In virtù di quanto premesso, le redazioni delle riviste Vero, Vero Tv, Top, Stop, Confessioni Donna hanno deciso di sospendere lo sciopero augurandosi che le date previste nel documento del 22 aprile vengano rispettate”. (ANSA, 8 maggio 2015).

Sciopero a oltranza per i giornalisti del gruppo ‘Guido Veneziani Periodici’: disatteso dall’editore il piano di rientro dei crediti

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mondiali, finale col botto ma niente record di ascolti: più di 11,6 milioni di spettatori, share 66,58%

Spari contro la casa del giornalista Gervasutti a Padova. Fnsi: attentato vile e inquietante

Dal 19 agosto ‘Il Foglio’ lancia un’edizione domenicale dedicata allo sport