Aperto un fascicolo su Fabio e Mingo. Gli ex inviati del tg satirico di Ricci accusati di simulazione di reato in concorso con altre tre persone

(ANSA) Gli ex inviati baresi di ‘Striscia la Notizia’ Fabio e Mingo rispondono di simulazione di reato con riferimento al servizio sul presunto falso avvocato che sarebbe in realtà una messa in scena e che è costato ai due il licenziamento dal Tg satirico di Mediaset. Nel fascicolo d’inchiesta coordinato dal pm di Bari Isabella Ginefra sono indagati per lo stesso reato anche il presunto falso avvocato, che secondo gli accertamenti della magistratura barese sarebbe un attore, e le altre due persone che hanno partecipato alla realizzazione del servizio andato in onda nel 2013. Le indagini sono affidate al nucleo di polizia giudiziaria dei carabinieri di Bari e, al momento, si concentrano su quell’unico episodio. Nell’ambito degli accertamenti sulla vicenda, all’inizio di aprile la Procura ha inviato agli studi Mediaset una richiesta di acquisizione di informazioni. L’azienda e l’autore del programma, Antonio Ricci, hanno quindi depositato due denunce per truffa presso gli uffici giudiziari di Bari. (ANSA, 11 maggio 2015)

Fabio e Mingo (foto Olycom)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi