13 maggio 2015 | 10:27

Parte Instant articles, le notizie che si potranno leggere solo su Facebook. Già pronti New York Times, The Atlantic e Buzzfeed

(Corriere della Sera) Sulla pagina Facebook del New York Times campeggia la foto di David Carr, il grande giornalista scomparso a febbraio. Proprio lui aveva paragonato il rapporto tra gli editori e il social network a quello tra una persona e un grosso cane che le corre incontro al parco: «È difficile dire se voglia giocare o sbranarti». La scommessa che il suo giornale sta facendo – con altre 8 testate – è che il colosso di Menlo Park non sia affamato.

 Chris Cox

Chris Cox, Chief product officer di Facebook (foto Olycom)

Entro le 16 di oggi The Atlantic, Nbc, National Geographic , Buzzfeed , e, appunto, il Times avranno pubblicato le loro prime storie con Instant articles , lo strumento che Facebook ha creato per permettere ai suoi utenti di leggere senza lasciare il social network : senza cioè cliccare su un link e aspettare che l’articolo si carichi sul proprio cellulare. L’obiettivo della nuova funzione – pensata per gli smartphone , strumento sul quale sempre più persone, specie giovani, si informano; per ora disponibile solo su iPhone; e che nelle prossime settimane, prima di espandersi, riguarderà anche Bbc , Guardian , Bild e Spiegel – è semplice: rendere l’esperienza di lettura il più rapida e piacevole possibile. Un articolo, spiega Fb, si aprirà in 0,8 secondi; avrà testata e grafica (…)

«Ma il traffico sarà attribuito al sito del giornale che ha prodotto il pezzo», spiega al Corriere Justin Osofsky, viceresponsabile delle media partnership di Fb. «Se la testata venderà pubblicità per i suoi pezzi si terrà tutti i ricavi; se dirà a noi di farlo, le daremo una quota del ricavato». Quanto? «Secondo standard di mercato»: forse dipenderà dal potere negoziale della testata. «I link condivisi avranno l’indirizzo del giornale, non di Fb. E daremo agli editori l’accesso ai dati».  (…)

Così il New York Times va in edicola (su Facebook) (Corriere della Sera, 13 maggio 2015)

Il comunicato di Facebook:

Oggi siamo lieti di presentare Instant Articles, un nuovo prodotto per gli editori che permette di creare articoli veloci e interattivi su Facebook.

Sempre più persone cercano e fruiscono le notizie sui dispositivi mobili, e vogliamo quindi rendere questa esperienza più veloce e più ricca su Facebook. Le persone condividono molti articoli su Facebook, in particolare attraverso la nostra app mobile. Ad oggi, tuttavia, queste storie hanno bisogno in media di otto secondi per il caricamento, di gran lunga il tipo di contenuto più lento su Facebook. Instant Articles rende l’esperienza di lettura fino a dieci volte più veloce dello standard degli articoli web mobile.

Insieme ad un esperienza più veloce, Instant Articles introduce una serie di funzioni interattive che permettono agli editori di portare le loro storie in vita in un modo nuovo. Sarà possibile zoomare e esplorare le foto ad alta risoluzione inclinando il telefono. I video in auto-play si animeranno scorrendo attraverso le storie. mappe interattive esplorabili, didascalie audio, e la possibilità di mettere like e commentare le singole parti di un articolo in linea saranno anche opzioni disponibili.

Abbiamo progettato Instant Articles per dare agli editori il controllo sulle proprie storie, brand experience e opportunità di monetizzazione. Gli editori possono vendere pubblicità all’interno dei propri articoli e mantenere le entrate, oppure possono scegliere di utilizzare Facebook Audience Network per monetizzare gli spazi invenduti. Gli editori avranno anche la possibilità di monitorare i dati e il traffico attraverso comScore e altri strumenti di analisi.

“Fondamentalmente, si tratta di uno strumento che consente agli editori di fornire una migliore esperienza ai propri lettori su Facebook”, ha detto Chris Cox, Chief Product Officer di Facebook. “Instant Articles permette loro di offrire articoli veloci e interattivi mantenendo il controllo dei loro modelli di contenuto e di business”.

Facebook sta lavorando con nove partner al lancio per Instant Articles: The New York Times, National Geographic, BuzzFeed, NBC, The Atlantic, The Guardian, BBC News, Spiegel e Bild.

Mark Thompson, Presidente e CEO, The New York Times Company ha dichiarato: “Il New York Times ha già un pubblico significativo e crescente su Facebook. Stiamo partecipando a Instant Articles per esplorare le possibilità di crescita del numero di utenti del Times su Facebook, migliorando la loro esperienza del nostro giornalismo e aumentare il loro engagment. Abbiamo una lunga tradizione di incontro con i lettori nei luoghi dove si trovano e questo significa anche essere disponibili non solo sui nostri siti, ma sulle piattaforme sociali frequentate da molti utenti attuali e potenziali del Times.”

“È bello vedere Facebook sperimentare nuovi modi per far crescere un giornalismo di qualità su mobile” ha dichiarato Tony Danker, International Director, Guardian News & Media. “Il Guardian è pronto a verificare come la nuova piattaforma sia in grado di fornire un’esperienza ancora più coinvolgente per i nostri lettori. È quindi fondamentale che, nel corso del tempo, Instant Articles eroghi benefici per gli editori, il cui investimento continuo in contenuti originali è alla base del suo successo”.

Instant Articles viene lanciato su Facebook per iPhone con contenuti pubblicati da The New York Times, BuzzFeed, National Geographic, NBC e The Atlantic. Continueremo a sviluppare Instant Articles con i nostri partner nei prossimi mesi e ascolteremo il feedback da parte dei lettori per aiutarci a migliorare l’esperienza.