13 maggio 2015 | 18:29

Stefano Parisi, ceo di Chili Tv: in Europa il business dei video online crescerà a tassi più importanti degli Usa. Netflix contribuirà positivamente

Si è tenuta lo scorso 11 maggio durante, gli UniVision Days – evento culturale promosso da Univideo – la tavola rotonda dedicata ai contenuti audiovisivi in Italia e al ruolo delle piattaforme distributive nell’offerta futura dell’Home Entertainment.

Il comunicato stampa

All’incontro hanno partecipato: Stefano Parisi – Presidente di CHILI TV, Letizia della Luna – Content Manager di MYMOVIESLIVE, Federica Tremolada – Google Play / YouTube, Gianmaria Donà dalle Rose – Amministratore Delegato di 20Th Century Fox Home Entertainment e Vicepresidente Univideo e Lorenzo Ferrari Ardicini Vicepresidente Cg Entertainment e Presidente Univideo.

Stefano Parisi, presidente di CHILI TV, ha evidenziato la crescita della piattaforma da lui guidata, che opera a livello italiano ed ora anche internazionale: “Chili Tv è disponibile anche in Austria, Germania, Polonia ed entro l’estate anche in Gran Bretagna. I prossimi 4/5 anni saranno decisivi e di potentissima crescita. Si prevede che in Europa il business online avverrà a tassi molto più importanti rispetto agli Stati Uniti anche se l’Italia è un paese che cresce lentamente nel digitale. Solo metà delle famiglia ha internet, metà delle famiglie ha la banda larga.” Continua Parisi “Dobbiamo fare in modo di guidare i consumatori verso queste modalità di fruizione legali ampliando il più possibile il consumo di cinema e contenuti su Internet.”
A chi gli ha chiesto un commento sul possibile arrivo di Netflix in Italia il prossimo ottobre, Parisi ha risposto di esserne lieto, perché questo consentirà al mercato di avere un vero e proprio balzo grazie alla presenza di questo importante player internazionale.

Mentre Letizia Della Luna di MYMOVIESLIVE ha insistito sulla ‘necessità di riportare la gente ad appassionarsi ai film in generale’, Federica Tremolada di Google Play ha spiegato come il gigante di Mountain View stia lavorando alla lotta contro la pirateria digitale evidenziando la presenza di contenuti legali e retrocedendo nel motore di ricerca i link di siti che propongono film e serie televisive illegali.”

Sulla stessa linea l’Amministratore Delegato di 20Th Century Fox Home Entertainment e Vicepresidente di Univideo Gianmaria Donà dalle Rose che ha portato l’esperienza di 20th Century Fox Hone Entertainment: “Attualmente il mercato fisico per Fox rappresenta il 65% delle vendite (Italia e Spagna), mentre quello digitale tocca il 35% del fatturato. L’ obiettivo è quello di massimizzare la crescita del l’online: il mercato è partito con il VOD ora sta crescendo anche nel Download to Own,” Donà inoltre sottolinea “il supporto fisico non morirà mai, ma è necessario promuovere cultura, educazione e informazione. Ancora troppo pochi sono a conoscenza dell’offerta digitale legale di film.” Sottolinea infine la necessità di una collaborazione forte tra le case di distribuzione e le piattaforme online per soddisfare le esigenze del mercato, veicolare contenuti d’eccellenza e creare sinergie in grado di far procedere parallelamente il cinema e l’Home Entertainment.

Nel concludere la tavola rotonda Lorenzo Ferrari Ardicini, Presidente di Univideo e Vicepresidente CG Entertainment dichiara “Oggi l’offerta delle opere audiovisive è disponibile sia sui media digitali (supporti fisici) che sui media online. L’obiettivo è di far dialogare questi due segmenti affinché il consumo legale di cinema, serie tv e altri contenuti possa crescere in maniera omogenea e complementare”.
Gli UniVision Days hanno rappresentato il “campo da gioco” ideale per approfondire l’importanza dell’entertainment nei suoi supporti fisici e online; l’obiettivo è quello di valorizzare i contenuti editoriali forti e “canalizzare gli italiani al cinema”, attivando un discussione culturale che inizi in primo luogo dalle piattaforme di distribuzione dell’audiovisivo.