14 maggio 2015 | 17:26

‘Non andare mai oltre le due pagine’. Le 10 regole per scrivere bene di David Ogilvy

“Più scrivi bene, più carriera farai in Ogilvy &Mather. Le persone che pensano bene, scrivono bene. Le persone che ragionano in modo confuso, scrivono appunti confusi, lettere confuse, discorsi confusi. Ricorda, scrivere bene, non è una dote innata, bisogna imparare. Ecco dieci regole”.

David Ogilvy

Comincia così il decalogo di David Ogilvy, uno dei pubblicitari più conosciuti e apprezzati che nel settembre 1982 inviò a tutti i suoi dipendenti dell’agenzia Ogilvy & Mather questo decalogo ripubblicato da Listsofnote.com:

1- Leggere, per tre volte, il libro “Writing that works” by Kenneth Roman e Joel Raphaelson (non tradotto in italiano, ndr);

2 – Scrivi come parli, in modo naturale;

3- Scegli parole brevi, frasi e paragrafi corti;

4 – Non usare mai parole come riconcetualizzare, demistificazione, giudicante. Sono il marchio di persone presuntuose;

5 – Non scrivere mai più di due pagine;

6- Controlla le citazioni;

7 – Non mandare mai una lettera o un memo appena l’hai scritto. Rileggilo ad alta voce il giorno dopo e correggilo;

8 – Se è una cosa importante, lavora con un collega per migliorarla;

9 – Priva di inviare la tua lettera o appunto, assicurati che sia cristallino quello che vuoi che venga fatto;

10 – Se vuoi che qualcuno faccia qualcosa, non scriverglielo. Alzati e vai a dirglielo.