Televisione

15 maggio 2015 | 10:21

“Non userò mai il mio ruolo per scegliere i direttori dei tg”. Il premier Renzi sulla Rai. E aggiunge: sulla riforma nessun voto di fiducia, per le nomine possibile ricorso alla legge Gasparri

(ANSA) – “Faremo le nomine con la Gasparri se non ci sarà la riforma, ma io credo ci sia spazio per poter portare la riforma della governance Rai in Parlamento e votarla”. Lo dice il premier Matteo Renzi a Radio Anch’io sui tempi della riforma della Rai. “Ovviamente nessuno immagina forzature, voti di fiducia”, aggiunge.

Matteo Renzi

Matteo Renzi (foto Olycom)

“Bisogna fare della Rai la grande agenzia culturale del Paese che è di tutti, non del governo: per questo i partiti devono stare fuori dalla Rai, che non deve essere il luogo degli equilibri tra le correnti”, ribadisce il premier Matteo Renzi. “In passato si è consentito ai partiti non di nominare un consiglio di amministrazione con un mandato, il che è sacrosanto, ma di nominare i direttori. Non userò mai il mio ruolo di segretario per scegliere i direttori o i caporedattori dei Tg Rai. Non l’ho mai fatto, non lo faccio e non lo farò mai”. (ANSA, 15 maggio 2015).