Televisione

15 maggio 2015 | 15:34

Peluffo, capogruppo Pd in Commissione di Vigilanza Rai: “La determinazione a modificare la Legge Gasparri è massima”

(Italpress) “Gasparri non ce la fa proprio ad accettare l’idea che la sua pessima legge possa essere modificata. E alla prospettiva di un intervento su di essa, si rifugia in un mondo fantastico in cui anche la sua e’ una legge perfetta. Si rassegni: la determinazione del Pd a modificarla e’ massima”. Lo afferma Vinicio Peluffo, capogruppo Pd in Commissione Vigilanza Rai. “I lavori in Commissione al Senato – spiega Peluffo – procedono con speditezza, e siamo nelle condizioni di poter finalmente cambiare i meccanismi di nomina e di governance della Rai”. “A Gasparri – continua il capogruppo Pd – suggeriamo di leggere meglio il ddl del governo, specie gli articoli che preservano le indicazioni della Corte costituzionale, mantenendo un ruolo centrale del Parlamento, cui spetta la nomina quattro membri del Cda su sette, e quelli che prevedono l’elezione di un componente del Cda da parte dei lavoratori Rai”. “Quanto alla figura dell’amministratore delegato – aggiunge Peluffo – essa consente di avvicinare l’azienda Rai al codice civile, di semplificare la governance, di individuare con chiarezza le responsabilita’ e di liberare le scelte aziendali dalle pressioni della politica”. “Certo, l’unita’ di intenti che, partendo da presupposti diversi, accomuna Gasparri e Fico nel difendere la legge in vigore e’ stupefacente ma ormai siamo abituati a tutto”, conclude Vinicio Peluffo. (Italpress, 15 maggio 2015)

Vinicio Peluffo

Vinicio Peluffo, Pd (foto Viniciopeluffo.it)