Mercato

19 maggio 2015 | 17:56

Il Corriere della Sera organizza ‘Cibo a regola d’arte’ alla Triennale di Milano

Inizia oggi a Milano Cibo a regola d’arte, la kermesse sul buon cibo organizzata dal Corriere della Sera, giunta alla terza edizione. Cultura, tradizione, creatività e innovazione, ma anche persone, luoghi, memoria: “Cibo a regola d’arte. La memoria del gusto, il gusto della memoria” si svolgerà per sei giornate consecutive, da oggi a domenica 24 maggio, negli spazi della Triennale di Milano, che ospita anche la mostra Arts & Foods, l’unico Padiglione di Expo in città. Lo rende noto il comunicato stampa.

La direzione artistica della manifestazione è di Angela Frenda, food editor del Corriere della Sera, che oggi alle 12 nel Salone d’onore della Triennale ha dato il via al fitto palinsesto, in una conversazione con Barbara Stefanelli, vicedirettrice del quotidiano di via Solferino, e con gli chef Davide Oldani e Niko Romito.

Anche quest’anno Cibo a regola d’arte attirerà una folla di foodies, curiosi, appassionati, persone che amano il cibo e vogliono assistere all’evoluzione della cucina d’autore, imparare tecniche e scoprire tendenze durante gli show cooking e i laboratori, conoscere nuovi prodotti, confrontarsi con autori ed esperti che del cibo hanno fatto un argomento da raccontare, partecipare alle wine experience.

“Il Corriere della Sera per il terzo anno mette Milano al centro della cultura e della pratica del buon cibo, tornando negli splendidi spazi della Triennale, sede espositiva anche di Expo Milano 2015” dice Nicola Speroni, direttore del Sistema Corriere della Sera. “L’anno scorso 25mila lettori hanno frequentato gli incontri in calendario e quest’anno, con sei grandi chef coinvolti, siamo certi di offrire al nostro grande pubblico un programma di prim’ordine.”

“Il grande afflusso di pubblico degli scorsi anni ci dimostra quanto la voglia di informazioni sul cibo e quanto è a esso collegato, dalla salute alla convivialità, sia sempre maggiore e selettiva” aggiunge Luca Traverso, direttore Sistemi Verticali di RCS MediaGroup. “Una necessità che riscontriamo ogni giorno anche attraverso il canale Cucina di corriere.it che, oltre a essere ormai anima di Cibo a regola d’arte, è riuscito a imporsi nel tempo quale autorevole punto di riferimento.”

Anche quest’anno al programma di Cibo a regola d’arte hanno aderito molti partner, come sottolinea Raimondo Zanaboni, direttore generale di RCS Communication Solutions: “Cibo a regola d’arte per il terzo anno consecutivo si conferma partner di istituzioni, regioni, primarie aziende e produttori, che hanno rinnovato la loro presenza o che, per la prima volta, entrano da protagonisti in questa importante kermesse. Un ulteriore riconoscimento all’autorevolezza e alla capacità di RCS e Corriere della Sera di creare momenti culturali e di aggregazione attesi, importanti e di grande visibilità”.

IL PROGRAMMA DELLE SEI GIORNATE
Tante le iniziative nel palinsesto di “Cibo a regola d’arte. La memoria del gusto, il gusto della memoria”: masterclass, conversazioni, show cooking, incontri, laboratori per bambini. Si svolgeranno in diversi luoghi della Triennale: Teatro dell’arte, Salone d’onore, Triennale Lab.

Tutti i pomeriggi alle 17.30 si terranno gli incontri “Tè con l’autore”. Cibo narrato e cibo cucinato giocheranno insieme negli incontri pomeridiani nel Salone d’onore, tra pagine e fornelli: dalle atmosfere siciliane di Simonetta Agnello Hornby a quelle lucane del libro di Francesca Barra, ai racconti di cucina di Angela Frenda, alla cucina francese di campagna di Mimi Thorisson. Ancora, le ricette artusiane di Don Pasta, le suggestioni vegetariane della coppia di blogger di fama mondiale di Green Kitchen (David Frenkiel e Luise Vindhal) e le torte, pazze e buonissime, di Renato Ardovino.

Sabato 23 alle 17.30 Angela Frenda presenterà il suo libro “Racconti di cucina. Le 80 ricette perfette della cucina di casa”, insieme a Barbara Stefanelli. Non solo parole intorno al cibo, l’incontro sarà anche l’occasione per preparare la pizza con Giannola Nonino e Gino Sorbillo

Ogni giorno, Cibo a regola d’arte ospiterà un cuoco stellato, di fama internazionale, che si esibirà in una masterclass preparando un piatto della propria tradizione di famiglia: cucineranno in Triennale Niko Romito il pancotto martedì 19 maggio, Antonino Cannavacciuolo la pasta mischiata con i fagioli mercoledì 20, Caterina Ceraudo patata e peperone giovedì 21, Davide Oldani il salame venerdì 22, Massimo Bottura i tortellini domenica 24. Tutti questi appuntamenti saranno alle 19. Carlo Cracco invece farà la sua masterclass alle 21, sabato 23, e cucinerà un pasticcio di luccio in sfoglia.
Il loro palcoscenico sarà una vera cucina, grazie alla ricostruzione a cura di Daria Pandolfi di Living, l’Interiors magazine del Corriere della Sera diretto da Francesca Taroni.
In omaggio al tema dell’iniziativa, tutti gli chef porteranno un ospite speciale, testimone della loro personale memoria: Niko Romito avrà con sé la madre Giovanna, Antonino Cannavacciuolo il padre Andrea, Caterina Ceraudo la sorella Susy, Davide Oldani il salumaio di famiglia, Massimo Bottura le “sfogline” dalle quali ha imparato a stendere la pasta dei tortellini, Carlo Cracco il fondatore della scuola di cucina Altopalato, Toni Sarcina.

Tra i tanti live cooking, martedì alle 17 il lusso della semplicità con Alessandro Borghese, uno dei protagonisti di Masterchef Junior; sabato 23 alle 16 la lezione di pizza con l’Associazione Verace Pizza Napoletana.
E ancora, i food lab, dove scoprire i segreti della tradizione italiana e delle cucine lontane. Per esempio: martedì 19 alle 16 come realizzare una “mug cake” con Miriam Bonizzi, Giorgia Chiatto e Rossella Manganelli; mercoledì 20 l’evoluzione della pasticceria con Vatinee Suvimol; sabato 23 alle 11 i sapori mediorientali di Ruthie Rousso; domenica 24 alle 11 il sushi di Makiko Sano.

Tutte le sere alle 20 sarà il momento della Wine experience, una degustazione di vino con la guida di esperti: il pluripremiato sommelier Luca Gardini, Marco Cremonesi, giornalista del Corriere della Sera e autore del blog Barfly, il giornalista enogastronomico Marco Tonelli.
Giovedì 22 Luciano Ferraro, giornalista del Corriere della Sera, curatore del blog DiVini, incontrerà i lettori insieme a Luca Gardini con la guida “Vignaioli e vini d’Italia 2015”.

Nel week-end, per i bambini saranno allestiti dei laboratori, dalla mattina alla sera, prenotabili con ViviMilano. Il rapporto con il cibo, specialmente per i più piccoli, è anche educazione, un messaggio che durante i kid labs viene veicolato attraverso il gioco. Protagonisti alle ore 17, da venerdì a domenica, il pane, il pesce e la frutta. Ai kid labs si affiancheranno, alle 15 di sabato e domenica, i laboratori a cura della Triennale, all’interno del TDMEducation, con la supervisione pedagogica della facoltà di Scienze della formazione primaria dell’Università degli Studi di Milano Bicocca.

Tutta la manifestazione è gratuita, però le masterclass, le degustazioni di vino e il live cooking con Borghese richiedono la prenotazione obbligatoria.
Per le informazioni dettagliate sul programma e le prenotazioni: ciboaregoladarte.it.

In programma anche eventi “Fuori Cibo a regola d’arte”, in Triennale (via Alemagna 6) e in città. Da segnalare lo spettacolo Pranzo d’artista. Quando s’incontrano Misericordia e Libertà del Teatro Alkaest, un piccolo ma intenso poema gastronomico in scena al Crt dal 19 al 24 maggio e dal 26 maggio al 6 giugno. Per info e prenotazioni: biglietteria@crtmilano.it.