TLC

20 maggio 2015 | 17:28

Patuano: valuteremo sinergie Vivendi. Per la collaborazione Enel su fibra, l’interesse “è sicuramente molto elevato”

(MF-DJ) “Il gruppo Vivendi è attivo in due aree interessanti, quella della musica e quella dei media content. Il fatto che stia per diventare un azionista di Telecom, se da un lato non deve essere un fattore di preferenza dall’altro non è neppure un peccato. Quindi, se si presenteranno possibilità di sviluppare servizi assieme, sicuramente le valuteremo”. 

Lo ha dichiarato il Group Ceo di Telecom Italia, Marco Patuano, durante l’odierna assemblea degli azionisti del gruppo.
Nell’ambito delle contropartite che Telefonica riconoscerà a Vivendi in seguito alla cessione di Gvt a Vivo, e a seguito della prevista scissione proporzionale della holding Telco, la compagnia telefonica transalpina presieduta da Vincent Bolloré diventerà a breve il principale azionista dell’incumbent italiano. (MF-DJ, 20 maggio 2015)

Marco Patuano

Marco Patuano

Telecom I.: Patuano, alzati a 650/700 mln investimenti su Ftth entro 2017

(MF-DJ) Telecom Italia aumenterà la copertura prevista attraverso la tecnologia Ftth (fiber to the home) nelle principali 40 città del Paese e stima entro i 2017 un incremento dell’investimento previsto che passa così dai 500 milioni di euro inizialmente stanziati a 650-700 milioni.
E’ quanto ha spiegato il group Ceo, Marco Patuano, durante l’dierna assemblea degli azionisti. Tale incremento, è stato sottolineato, avviene per dare seguito alla decisione di espandere ulteriormente la copertura sul territorio rispetto a quanto annunciato in precedenza. (MF-DJ, 20 maggio 2015)

Telecom I.: Patuano, molto interessati a collaborare con Enel su fibra

(MF-DJ) L’interesse da parte di Telecom Italia a collaborare con l’Enel per lo sviluppo di una dorsale in fibra nel Paese “è sicuramente molto elevato”.Lo ha dichiarato il Group Ceo di Telecom Italia, Marco Patuano, durante l’odierna assemblea degli azionisti. “Siamo ancora più interessati dove si parla di accesso della componente dei verticali di palazzo, con tecnologie fttb o ftth”.Patuano ha inoltre sottolineato che “noi collaboriamo già con l’Enel. Quando partimmo un anno e mezzo fa a disegnare la strategia sulla fibra, il primo soggetto che cercammo furono proprio loro, per via della capillarità estrema di cui dispongono sul territorio. Se non sapremo mettere a frutto questa opportunità, sarà un’occasione sprecata”. (MF-DJ, 20 maggio 2015)