Editoria, New media

21 maggio 2015 | 18:15

Editoria: torna la nona edizione del convegno ‘Crescere tra le righe’ a La Bagnaia

(ANSA) Innovazione e sperimentazione. Sono le parole attorno a cui ruoterà la nona edizione del convegno ‘Crescere tra le righe’, in programma domani e dopodomani a La Bagnaia, con l’obiettivo di raccogliere intendimenti e strategie di alcuni tra i più grandi gruppi editoriali mondiali nel tentativo di trovare modelli di business sostenibili nell’epoca di Internet. Nel borgo a pochi chilometri da Siena si confronteranno infatti manager, editori e direttori di imprese leader nel mercato cartaceo, digitale e televisivo internazionale e italiano. Un programma fitto, a partire dal faccia a faccia tra i direttori del New York Times, Dean Baquet, e del Wall Street Journal, Gerard Baker. In Toscana sono attesi anche i direttori di altri due grandi quotidiani americani: Marty Baron del Washington Post e Davan Maharaj del Los Angeles Times. L’evento sarà poi occasione di un confronto con i big della rete, che va avanti tra richieste degli editori di riconoscimenti per il copyright e accordi economici per tentare di condividere gli utili. Ad esporre le ragioni di Google sarà il direttore delle news e special projects del colosso di Mountain View, Richard Gingras. Non mancheranno poi case history statunitensi come quella del New York Times sulla strategia sul nuovo modello di business che sara’ presentata dal Ceo Mark Thompson; mentre per il colosso dei media Time Warner (Cnn, Time, Fortune, Sport Illustrated ecc.) ci sara’ il numero uno Jeff Bewkes. “Il mercato dell’editoria – ha spiegato in occasione della presentazione il presidente dell’Osservatorio permanente giovani-editori, Andrea Ceccherini, che organizza la due giorni – vede gli Stati Uniti come benchmark di riferimento. La cifra internazionale delle leadership in gioco è la caratteristica di questa nuova edizione del nostro convegno. Un convegno che vuol essere fonte di ispirazione per tutti coloro che credono nel cambiamento, anche nel mondo dell’informazione”. Presente anche il mondo dell’editoria italiana: dal presidente della Stampa e di FCA Group John Elkann, all’amministratore delegato de Il Sole 24 Ore Donatella Treu, di Rcs MediaGroup Pietro Scott Jovane, di Poligrafici Editoriale Andrea Riffeser Monti, di Mondadori Ernesto Mauri. E ancora i direttori de La Stampa Mario Calabresi, de Il Sole 24 Ore Roberto Napoletano, di Quotidiano Nazionale Andrea Cangini, de Il Messaggero Virman Cusenza, oltre a giornalisti come Bruno Vespa, Aldo Cazzullo e Carlo Verdelli. Nessun politico, ma saranno presenti rappresentanti dell’impresa e del settore bancario italiano come il Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, e il vicepresidente di Unicredit, Fabrizio Palenzona; ancora, il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, il presidente dell’Acri, Giuseppe Guzzetti. A La Bagnaia interverranno infine l’ambasciatore Usa in Italia, John R. Phillips, e il segretario generale della Conferenza episcopale italiana, Monsignor Nunzio Galantino. A condurre la due giorni la direttrice di Sky Tg24, Sarah Varetto, e il vicedirettore de La Stampa, Massimo Gramellini. (ANSA, 21 maggio 2015)