Televisione

22 maggio 2015 | 11:33

Dopo il tweet sospetto di Fazio, la conferma: Silvio Berlusconi sarà presente nel salottino di Che tempo che fa domenica 24 maggio

di Arianna De Felice -Domenica 24 maggio 2015, Silvio Berlusconi presenzierà per la prima volta al talk show condotto da Fabio Fazio, Che tempo che fa?. A dare la conferma è lo stesso Fazio che dopo aver lanciato sospetti col tweet di ieri, ufficializza la presenza dell’ex Cavaliere: “Ebbene sì, domenica 24 maggio @chetempochefa ci saranno #PieroAngela e l’ospite inaspettato… @SBerlusconi15″.

Ieri il conduttore aveva insospettito il pubblico col tweet “Domenica 24 maggio, per la prima volta @chetempochefa, ci sarà un ospite davvero inaspettato”. Forza Italia non ha ancor confermato la notizia.

Già nel 2013, prima delle politiche, andò a Servizio Pubblico dai nemici per antonomasia Travaglio e Santoro e fu un successo. Ora, a una settimana dalle regionali previste per il 31 maggio, presenzierà nel salotto di Rai3 di fronte a Fabio Fazio. Una cosa mai avvenuta prima.

Dal Pd, però, si alzano subito proteste. Michele Anzaldi, parlamentare dem e segretario della commissione di vigilanza di Rai, ha chiesto all’Authority di intervenire per prevenire la violazione della par condicio. Ecco il testo della missiva ripreso da askanews:

“Gentile presidente Cardani, gentili commissari – scrive Anzaldi in una lettera all’Agcom – , secondo quanto riportato sui mezzi di informazione, domenica prossima il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, sara’ ospite in prima serata su Raitre alla trasmissione ‘Che tempo che fa’. A una settimana dalle elezioni regionali, alla luce del format del programma, l’invito a Berlusconi configura il forte rischio di violazione della par condicio elettorale, anche perché l’ex premier da giorni sta facendo campagna in tutte le regioni in cui si vota, con comizi, interviste e interventi. Sarebbe opportuno, quindi, che arrivasse in via preventiva, prima possibile, un parere dell’Agcom che possa permettere alla Rai di evitare penalizzazioni al pluralismo della campagna elettorale”. “Secondo quanto accade solitamente – scrive ancora Anzaldi nella lettera all’Agcom – a ‘Che tempo che fa’, trasmissione di intrattenimento temporaneamente ricondotta sotto la responsabilita’ del Tg3 per il periodo elettorale, Berlusconi sara’ intervistato da solo, senza contraddittorio, per quasi meta’ della puntata. Non soltanto il leader di Forza Italia non si confrontera’ con altri esponenti politici, ma, stando a quello che si sa, non verra’ nemmeno garantito spazio compensativo alle altre forze politiche, di maggioranza e di opposizione. Si prospetta, quindi, una sicura sanzione dell’Agcom nei confronti della Rai, dopo la puntata di domenica di ‘Che tempo che fa’”. Quindi il deputato del Pd conclude: “Poiché, pero’, mancano solo pochi giorni alle elezioni e, dopo domenica, non sara’ piu’ possibile alcun bilanciamento a ‘Che tempo che fa’ per le forze politiche non presenti insieme a Berlusconi, appare opportuno che l’Agcom valuti una indicazione preventiva alla Rai. Visto che la notizia della presenza di Berlusconi da Fazio e’ riportata su tutti i quotidiani, sarebbe veramente singolare non muoversi subito e poi, magari, pronunciarsi solo a violazione avvenuta”.

Silivio Berlusconi

Silivio Berlusconi