22 maggio 2015 | 11:52

Pubblicano un necrologio offensivo sul ‘Resto del Carlino’: condannati l’autore del testo e l’ex direttore del giornale

«Ti raccomandiamo, Signore, l’anima fedele del nostro fratello… perchè lasciato questo mondo, viva in te. (…) Nella tua clemenza cancella le spietate barbarie, le grandi e crudeli cattiverie contro persone deboli che non si potevano difendere, che ha commesso per la fragilità della condizione umana e concedigli il perdono e la pace».

Pierluigi Visci (foto Olycom)

Questo il necrologio, pubblicato la vigilia di Natale del 2009 sul ‘Resto del Carlino’, che è costata la condanna per diffamazione all’autore del testo e all’allora direttore del giornale, Pierluigi Visci, per omesso controllo. “Il necrologio, più che un ricordo del defunto, era un elenco pubblico dei suoi peccati”, sottolinea ‘Il Messaggero’ a proposito della vicenda, riportando anche il commento del difensore di uno degli imputati: «Sono stupito, perchè il significato di quelle parole andava letto nel contesto di una preghiera, in cui si chiedeva il perdono per il defunto».