I concessionari di pubblicità radio e tv dell’Egta riuniti a Budapest: il cambiamento nell’adv è permanente

I rappresentanti delle concessionarie di pubblicità radio e tv riunite nell’associazione Egta si sono incontrate a Budapest il 21 e 22 maggio per il loro ‘general meeting’ annuale. Gli speakers hanno sottolineato che il cambiamento è permanente e che l’advertising in tv e radio è la chiave di accensione dell’economia. L’avvento dei devices con la digitalizzazione pressoché globale sta modificando l’atteggiamento dei consumatori e le tecniche di marketing e di vendita.

L’Egta ha presentato il programma delle iniziative del prossimo biennio per il quale è stato eletto presidente Jan Isenbart di IP Deutschland e un vicepresidente italiano, Claudio Anselmi di Publitalia. Paolo Lutteri, già rappresentante di Rai Pubblicità all’Egta, è stato nominato membro onorario dell’associazione.

Egta conta oggi 132 Associati di 32 Paesi e rappresenta una raccolta pubblicitaria in Europa stimata in oltre 70 miliardi di euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Malagò contro il Governo: questa non è una riforma, ma un’occupazione del Coni. Replica da Giorgetti: autonomia dello sport non in discussione

Radio digitale, Salini: di serie sulle auto nuove. Sergio: aumenta la fame di contenuti, Rai tira la volata all’intrattenimento in auto

Vivendi acquista la casa editrice Editis per 900 milioni. De Puyfontaine: in Tim situazione grave