La società frutto della fusione tra i due operatori telefonici Wind e 3Italia, potrebbe essere quotata

(ANSA) La società che dovrebbe nascere dalla fusione tra Wind e 3 Italia, dando vita al principale operatore mobile per numero di clienti nel nostro Paese, potrebbe essere quotata.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra

E’ quanto riporta l’agenzia Bloomberg, citando fonti anonime vicine al dossier.
Vimpelcom e Hutchison Whampoa, proprietari dei due operatori, sono in trattativa per fondere le loro attività sul mercato italiano. L’eventuale quotazione avverrebbe successivamente alla loro fusione.(ANSA, 27 maggio 2015).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci