29 maggio 2015 | 11:26

Agli Screenings Rai Gubitosi annuncia faremo sempre di più prodotti in lingua straniera. E Tarantola aggiunge che quella delle fiction è stata una stagione fortunata

(ANSA) – “L’Italia è leader in tante aree riconosciute in tanti settori e le eccellenze non mancano, dal mondo della cultura, della moda, dello spettacolo, dell’università e della ricerca, quindi bisogna imparare a guardare le aree che ci vengono riconosciute in tanti settori all’estero.

Luigi Gubitosi

Luigi Gubitosi (foto Olycom)

Per quanto riguarda la Rai siamo abituati a pensare che il nostro diretto concorrente sia Mediaset ma ci sono molti altri player che sono arrivati o stanno arrivando da noi. Ormai competiamo con giganti stranieri che operano in tutto il mondo.

Quindi la competizione sarà sempre più accanita e bisogna prepararsi a questo”. E’ il lungo ragionamento fatto dal dg della Rai, Luigi Gubitosi, intervenendo questa sera agli Screenings a Firenze, tre giorni di incontri e dibattiti alla presenza di esponenti del mondo della politica, della cultura e dello istituzioni, organizzato da Rai Com in collaborazione con RAi Cinema e Rai Fiction. Il tema del dibattito di oggi lo storytelling delle eccellenze italiane.(ANSA).

Rai: Gubitosi: all’estero più podotti in lingua straniera

(ANSA) – La nuova sfida della Rai all’estero e guardare di più al mercato globale in lingua straniera. Il direttore generale della tv del servizio pubblico Luigi Gubitosi ha spiegato conversando con i cronisti a agli screenings a Firenze che fino ad oggi ha prevalso il principio parlare “prevalentemente alle comunità italofone. Adesso la grande sfida è attrarre un pubblico che non conosce la nostra lingua. Per questo dovremo fare sempre più prodotti originali in lingua straniera”. In inglese innanzitutto “ma – ha annunciato il Dg Rai – stiamo lavorando molto anche con i Paesi del Golfo. La Cina è un altro esempio, ma c’è anche il Giappone”. (ANSA, 28 maggio 2015)

Rai: Tarantola, per fiction stagione di successo

(Agi)”Questa e’ un’occasione importante di confronto che arriva al termine della stagione della fiction Rai foriera di grande successo, con un’offerta ricca e in crescita,con 450 titoli, e che ci ha dato molta soddisfazione per avere avuto una grande risonanza anche nuovi strumenti”. Lo ha detto la presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, parlando nel corso degli Screenings Rai in corso a Firenze. “Parlare e riflettere su cosa e’ la fiction oggi – ha aggiunto Tarantola -serve anche per impedire il perpetrarsi di stereotipi. La fiction rappresenta l’importanza del raccontare e che rende immediatamente l’idea di un’appartenenza, il racconto come catalizzatore del dialogo e del confronto e di scambio di vedute. La fiction racconta storia, personaggi e luoghi. Nel racconto della fiction di Rai sempre maggiore attenzione e’ dedicata al concetto della responsabilita’, dell’onesta civile, della solidarieta’ e sempre piu’ parla anche di donne, donne che hanno un ruolo che partecipano alla vita del paese. Altro punto importante della Fiction e’ quello parlare anche a un pubblico straniero per raccontare la nostra cultura, le nostre bellezze. Noi – ha concluso la Presidente Tarantola – riusciremo ad aprirci anche al mercato internazionale”. (Agi, 29 maggio 2015)