New media

29 maggio 2015 | 16:52

Secondo alcune indiscrezioni il marchio Amazon venderà anche food, detergenti e altri oggetti di uso quotidiano

(Ansa) Amazon vuole rimpiazzare del tutto i supermercati tradizionali. Negli Stati Uniti, secondo alcune indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal, il colosso dell’e-commerce sarebbe pronto a lanciare anche cibi col suo marchio, dal caffè alla pasta, ed è in cerca di partner tra i produttori.
Amazon già vende alcuni prodotti col suo marchio, ad esempio cavi e batterie, ma la mossa nel settore alimentare è ancora più ambiziosa. Sulle orme dei tradizionali negozi, spiega il Wsj, Amazon vorrebbe ampliare la linea di prodotti che recano il suo marchio al cibo e anche a detergenti per la casa e altri prodotti di uso quotidiano. All’inizio del mese Amazon ha chiesto protezione del marchio per almeno due dozzine di categorie: caffè, minestre, pasta, acqua, vitamine, cibo per cani e articoli per la casa come rasoi e prodotti per la pulizia. Per lanciare questa operazione il gigante di Seattle starebbe cercando partner tra produttori alimentari. Fra questi ci sarebbe TreeHouse Foods, uno dei maggiori negli Usa con 3 miliardi di dollari di vendite lo scorso anno. I beni probabilmente saranno venduti attraverso il servizio AmazonFresh che al momento è disponibile negli Usa solo in alcune aree: Seattle, San Francisco, Los Angeles e New York. La strategia dell’azienda è sempre più aggressiva nei confronti delle altre piattaforme di e-commerce e dei negozi tradizionali: nei giorni scorsi Amazon ha annunciato che renderà gratis le consegne “in giornata” in 14 città Usa ai membri del suo programma fedeltà. Si ordina entro mezzogiorno e si riceve a casa entro le nove di sera.(Ansa, 29 maggio 2015).