09 giugno 2015 | 17:30

Asig e Fieg per la conferenza internazionale Wan-Ifra Italia 2015 dell’industria editoriale e della stampa italiana

Saranno il presidente ASIG Gianni Paolucci e il Direttore Generale FIEG Fabrizio Carotti ad aprire il prossimo 17 giugno, presso il Centro Congressi dell’Hotel Savoia Regency di Bologna i lavori di WAN-IFRA Italia 2015, la conferenza internazionale dell’industria editoriale e della stampa promossa da WAN-IFRA (Associazione mondiale degli editori) e ASIG (Associazione Stampatori Italiana Giornali). A riportarlo è il comunicato stampa.

Fabrizio Carotti, direttore generale della Fieg

Fabrizio Carotti, direttore generale della Fieg

Per i nuovi canali e servizi editoriali occorrono nuove idee e modelli di business da esplorare, ma allo stesso tempo l’attività tradizionale, alla quale non si può rinunciare, deve aprirsi a nuovi prodotti e mercati per tornare a generare efficienza. Mai come in questi anni, la ricerca delle risorse dell’industria editoriale si è trovata di fronte ad equilibri “complessi”, dove tutti i rapporti tradizionali sono messi radicalmente in discussione. A questi nuovi equilibri, ed al grande “cantiere” delle risorse per l’editoria, è dedicata la XVIII edizione di WAN-IFRA Italia, la Conferenza internazionale per l’industria editoriale e della stampa italiana, che dopo nove anni torna a Bologna, nei giorni 17 e 18 giugno.

Alla pubblicità ed all’editoria sono dedicate le prime due sessioni tematiche di WAN-IFRA Italia 2015, previste mercoledì 17 giugno. Non c’è dubbio che le concessionarie, così come tutti i professionisti dell’industria della pubblicità, siano impegnate in prima linea alla ricerca di nuove opportunità di mercato per reperire risorse adeguate alle sfide epocali che bisogna fronteggiare. I problemi sul tappeto sono molti, e non ci sono, probabilmente, soluzioni preconfezionate che vadano bene per tutti neppure nell’area dei nuovi canali digitali. Molte aziende hanno investito in soluzioni per la gestione multimediale dei contenuti. Ma l’introduzione delle nuove piattaforme produttive ha cambiato anche il modo di lavorare? La raccolta e la distribuzione delle notizie sta cambiando, ed in che modo? WAN-IFRA Italia 2015 dà spazio anche alle nuove esperienze avviate in Italia ed all’estero per la ricerca dei lettori nei nuovi contesti della comunicazione, attraverso App specializzate o altre iniziative fortemente ancorate sui territori.

Quasi un anno orsono, il Gruppo Comin ha rilevato dal fallimento la Galeati di Imola, con il preciso obiettivo di avviare un’azione di diversificazione di prodotti e servizi da offrire ai clienti tradizionali ed a quelli nuovi. Dal primo marzo di quest’anno, la Rotopress International del Gruppo Pigini Printing Division ha iniziato a gestire il sito produttivo di Bologna della Grafica Editoriale Printing, società del Gruppo Poligrafici Editoriale. Diversificare per crescere sembra essere la strada maestra indicata dai due gruppi italiani. E’ uno dei temi in discussione a WAN-IFRA Italia 2015, nell’ambito della terza sessione dei lavori, prevista per il mattino del 18 giugno.