Televisione

09 giugno 2015 | 18:26

No a conflitto di interessi o cumulo di cariche in società concorrenti per i membri del cda Rai. La proposta dei relatori sul disegno di legge di riforma della Rai

(Public Policy) – “La carica di membro del cda (della Rai, Ndr) non può essere ricoperta, a pena di ineleggibilità o decadenza, anche in corso di mandato da coloro che siano in conflitto di interesse o di cumulo di cariche in società concorrenti della Rai”; dai deputati regionali o consiglieri regionali; dai presidenti delle Giunte provinciali; dai sindaci dei Comuni con popolazione superiore ai 20mila abitanti. Lo prevede un emendamento presentato al ddl Rai in commissione Lavori pubblici al Senato dai relatori, Raffaele Ranucci (Pd) ed Enrico Buemi (Psi). (Public Policy, 9 giugno 2015)