L’antitrust Ue apre un’indagine sui contratti che Amazon stipula con gli editori: limitano la concorrenza

(ANSA) – L’antitrust Ue ha aperto un’indagine sul sistema di vendita degli ebook di Amazon. In particolare, si faranno accertamenti su alcune clausole incluse nei contratti che Amazon stipula con gli editori, che si sospetta possano creare problemi di concorrenza sul mercato, riducendo la possibilità di scelta dei consumatori.

Le clausole richiedono agli editori di informare Amazon su eventuali condizioni più favorevoli offerte alla concorrenza e di praticarle le stesse condizioni, o almeno altrettanto favorevoli. Secondo quanto spiegato dal portavoce della Commissione europea Ricardo Cardoso, l’indagine è stata “aperta di iniziativa” dall’esecutivo Ue, data la preoccupazione che tali clausole possano rendere più difficile la concorrenza con Amazon, nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi, riducendo la possibilità di scelta dei consumatori. L’apertura dell’indagine – si sottolinea – “non pregiudica in nessun modo il risultato”. In una nota il commissario alla Concorrenza Margrethe Vestager spiega: “Amazon ha sviluppato un business di successo che offre ai consumatori un ampio servizio, compreso quello degli ebook. La nostra indagine non mette in discussione questo aspetto. Tuttavia è mio dovere assicurarmi che gli accordi di Amazon con gli editori non rechino danni ai consumatori, impedendo ad altri distributori di ebook di innovare e competere con efficacia. L’indagine dimostrerà se tali preoccupazioni sono giustificate”. (ANSA, 11 giugno 2015)

Jeff Bezos

Jeff Bezos, ceo di Amazon

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fox Sports chiude in Italia. Sky non rinnova il contratto, il 30 giugno addio al canale

La Fnsi incontra Crimi: anche l’editoria ha i suoi rider. È ora di fare qualcosa

Fari puntati sulla riforma Ue del diritto d’autore che potrebbe rivoluzionare il web