Muy confidencial

12 giugno 2015 | 18:00

Federico Ferrazza è il nuovo direttore di ‘Wired’. La testata di Condé Nast cambierà periodicità e intensificherà attività digitali ed eventi

Federico Ferrazza è il nuovo direttore di Wired al posto di Massimo Russo, che lascia il mensile della Condé Nast per la vice direzione della Stampa dove avrà la responsabilità delle attività digitali.
Di Wired e del sito Wired.it Ferrazza era vice direttore dal giugno 2013 dopo essere stato nei tre anni precedenti coordinatore di Wired.it.

Federico Ferrazza

Federico Ferrazza

Nel corso della presentazione del nuovo direttore, Fedele Usai, deputy managing director di Condé Nast, ha precisato che oggi le attività digitali e gli eventi rappresentano l’80% del fatturato di Wired e che la testata cambierà periodicità. A metà settembre verrà presentato il programma delle uscite 2016 e degli eventi, destinati ad aumentare. La scelta di Ferrazza, che ben conosce il web, premia – ha sottolineato Usai – il lavoro di squadra e sottolinea l’importanza del digitale per il futuro della testata. “Oggi Wired.it ha 5 milioni di utenti unici al mese di cui 500mila profilati”, ha aggiunto Usai, “e ormai all’interno di Condé Nast International Wired è un punto di riferimento per la composizione del suo business. Per l’Italia è un brand fondamentale, uno dei tre pilastri del futuro di Condé Nast”.

Nato a Roma nel 1978, giornalista esperto di scienze e tecnologie, Ferrazza ha iniziato giovanissimo, a 20 anni, collaborando con varie testate tra cui Il Sole 24 Ore, Il Venerdì e L’Espresso dove ha curato per alcuni anni uno dei ‘blog d’autore’ del settimanale: Chip Chip, dedicato al mondo digitale.
Durante il liceo aveva già iniziato a collaborare con Galileo, giornale on line di scienze e problemi globali edito dall’Associazione culturale Galileo, e nel 2004 ha fondato con altri tre collaboratori di Galileo – Elisa Manacorda, Letizia Gabaglio e Marina Bidetti – la media company Galileo Servizi Editoriali che produce contenuti per diversi editori, dal Gruppo L’Espresso alla Mondadori, dal Sole 24 Ore alla Condé Nast.
A chiamarlo a Wired è stato il primo direttore del mensile, Riccardo Luna, nel 2009. L’anno successivo Ferrazza è stato assunto come coordinatore della redazione di Wired.it, con la qualifica di caposervizio, e nel giugno 2012 è stato nominato caporedattore.
Ferrazza è anche tra i fondatori del Cedites, Centro studi per la divulgazione della tecnologia e della scienza di Milano, e ha insegnato new media e giornalismo on line all’università La Sapienza e all’università Tor Vergata di Roma.