Comunicazione

23 giugno 2015 | 17:09

Desktop vs. mobile: dove ha più importanza la qualità del programmatic advertising? (INFOGRAFICA)

di Lorenza Chini – La questione della qualità nel programmatic è un problema generalizzato. A parlarne è l’articolo dell’Emarketer. I dati dell’aprile 2015 raccolti da ExchangeWire in associazione con OpenX, rivelano che il 94% dei professionisti del marketing digitale di tutto il mondo affermano che la qualità del programmatic  è una questione pittosto seria.

I dati dello scorso maggio di Digiday per Chango e Rubicon Project hanno rivelato che tutti i più significativi ostacoli riscontrati nell’uso del programmatic advertising da parte di digital marketers del Nord America e degli UK facevano riferimento al problema della qualità. Il 58% ha affermato che il problema risiede nella qualità del sito e nella sicurezza del brand. Il 56% hanno riscontrato difficoltà riguardanti la visibilità e il 46% lo spreco (gli annunci che finiscono mirati al pubblico sbagliato).

ExchangeWire ha scoperto che la qualità del programmatic è ritenuta un problema più grande per il desktop piuttosto che per il mobile. Più di 9 digital marketing professionals su 10 affermano che la qualità della pubblicità su desktop è un problema. Fornitori di data/measurement/analytics e editori o proprietari di media sono coloro che più verosimilmente vedevano questo come un problema serio.

Contemporaneamente un 84% di professionisti che si occupano di digital marketing ha affermato che la qualità del programmatic è un problema che riguarda la pubblicità nei display mobile. I dati rivelano però che questo venga considerato un problema ma in maniera più moderata