Cinema

29 giugno 2015 | 17:46

Una tassa sui film stranieri per finanziare le produzioni nazionali. La proposta del ministro della cultura russo

(ANSA) Crociata fiscale russa contro il cinema di Hollywood: il ministro della cultura, Vladimir Medinski, ha proposto una tassa sui film stranieri proiettati in Russia ipotizzando di usare il ricavato per finanziare la produzione nazionale di film.

Il ministro Vladimir Medinski in una foto tratta dal suo account Twitter

“Non riesco a capire perchè il nostro sistema fiscale stia sovvenzionando Hollywood”, ha osservato Medinski, sullo sfondo delle tensioni con l’Occidente per la crisi ucraina. La Russia cerca nello stesso tempo di sostenere i film russi patriottici o che suggeriscono una immagine positiva del Paese. Nel sito del ministero della cultura sono indicati i temi prioritari per i sussidi statali nel 2015: la Crimea, l’Ucraina, i mille anni di storia dello Stato russo, la gloria militare russa. Il dato al botteghino però parla chiaro: l’80% dei biglietti sono acquistati per vedere film hollywoodiani, mentre solo il 18% della spesa degli spettatori è per opere russe. (ANSA, 29 giugno 2015)