30 giugno 2015 | 12:57

L’a.d. di Enel, Francesco Starace: diamo la nostra disponibilità ma serve accordo da parte degli operatori

(MF-DJ) “La posa della fibra ottica nei condotti dell’Enel risolve un bel po’ del problema, ma non tutto. Manca tutta la cablatura delle stazioni telefoniche che non sono ancora completamente cablate, e poi bisogna che ci mettiamo d’accordo su questo concetto; bisogna che gli operatori telefonici trovino questo concetto giusto per loro. Noi non possiamo obbligarli, diamo la nostra disponibilità. Potrebbero non essere non essere interessati a passare dai nostri cavi e scegliere altre strade”.

Francesco Starace

Francesco Starace (foto Olycom)

Lo dice l’a.d. di, Enel Francesco Starace, a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24, a proposito della banda ultralarga. “Dal mio punto di vista penso che fare il lavoro due volte, non conviene, ma con Telecom stiamo lavorando nel dettaglio tecnico per definire proprio questo”, continua il numero uno di Enel. Ostacoli alla collaborazione? “Sono la novità della cosa, di solito le persone di fronte alle cose nuove hanno un momento di esitazione”, ribatte il manager. (MF-DJ, 30 giugno 2015)