30 giugno 2015 | 16:50

Inaugurato a Lipsia l’European Center for Press and Media Freedom’, un progetto per tutelare la libertà di stampa nel vecchio continente

Il 9 ottobre del 1989, a Lipsia, capitale della Sassonia, scesero in piazza 70mila cittadini per manifestare e richiedere il rispetto delle libertà civili, in particolare la libertà di stampa. Non è dunque un caso che la città sia stata scelta come sede per ‘l’European Center for Press and Media Freedom’,

Martin Schulz, presidente del parlamento Europeo (foto Olycom)

inaugurato oggi alla presenza del presidente dell’Europarlamento Martin Schulz.

Il progetto, che si pone l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per la tutela della libertà di stampa nel nostro continente, è il risultato di un’iniziativa avviata lo scorso 24 giugno dalla Media Foundation Sparkasse Leipzig con la creazione di una cooperativa europea, di cui per ora fanno parte i rappresentati di 20 istituzioni europee, tra le quali  testate, editori, centri di ricerca, associazioni di categoria di giornalisti e Ong. Tra loro anche le italiane OBC -Osservatorio Balcani e Caucaso e Ossigeno per l’Informazione.

Primo direttore del consiglio esecutivo del Centro è stato eletto Henrik Kaufholz, del centro di giornalismo investigativo danese SCOOP che, come riporta il sito Balcanicaucaso.org, ha dichiarato: “Il Centro deve essere un faro per la libertà di stampa in Europa. Riunirà varie iniziative e promuoverà una maggiore cooperazione tra gli attivisti europei. Ci batteremo per standard comuni sulla libertà di stampa in Europa”.