30 giugno 2015 | 17:54

Una corte d’appello federale ha dichiarato Apple colpevole di un aumento del prezzo degli e-book

(MF-DJ) Una corte d’appello federale ha confermato una decisione del 2013, dichiarando Apple colpevole di aver complottato con gli editori per alzare il prezzo degli e-book. La multinazionale di Cupertino dovrà ora pagare circa 450 mln usd, la maggior parte dei quali rimborsando gli acquirenti di libri digitali.

Tim Cook, Ceo di Apple

Tim Cook, Ceo di Apple (foto Olycom)

“Siamo giunti alla conclusione che la corte distrettuale ha deciso correttamente che Apple ha orchestrato un complotto con gli editori per innalzare il prezzo degli e-book”, ha scritto il giudice Debra Ann Livingston. Il complotto “ha frenato irragionevolmente il mercato” violando lo Sherman Act, la legge antitrust federale. (MF-DJ, 30 giugno 2015)