02 luglio 2015 | 11:31

L’Eco Cafè, il bar dell’omonimo quotidiano bergamasco: un esempio di creazione di dialogo e condivisione con i lettori

di Arianna De Felice – L’Eco Cafè, la redazione itinerante dell’Eco di Bergamo, è stata al centro della conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana, i Wan-Ifra Italia.

Il titolo di questa edizione era “L’equilibrio complesso: l’editoria italiana e internazionale di fronte a scenari in continua evoluzione” e si incentrava suigli sforzi che le diverse testate fanno per affrontare la crisi e il cambiamento. Così, L’Eco Cafè è stato preso d’esempio per illustrare la capacità dei quotidiani e dell’editoria in generale di dialogo, condivisione e relazione con i lettori “andandoli a trovare a casa loro, nelle piazze dei paesi in festa” come ha affermato Claudio Clazana, direttore dei progetti eitoriali e culturali di Sesaab, invitato per illustrare l’innovazione al pubblico presente.
All’Eco Cafè puoi prendere un caffè con i giornalisti, “C’è un ritorno verso il territorio e verso i lettori – aggiunge Calzana – con cui si riprende un rapporto diretto, ma non solo. Anche in termini numerici il riscontro è forte. Siamo passati dalla prima edizione del 2012 con otto date all’attuale che ha all’attivo, per ora, 25 appuntamenti. Inoltre i lettori hanno dimostrato il loro affetto con 800 abbonamenti sottoscritti nel 2014, con il 30% di rinnovi. È un dato importante, perché un bergamasco su tre ha rinnovato l’abbonamento fatto in piazza”.