Manager

06 luglio 2015 | 16:53

Maurizio Cinti, direttore creativo di Unidea

Transitando per l’aeroporto di Venezia è impossibile non notarli. Due nastri porta-bagagli trasformati in roulette giganti. Un’operazione di marketing molto efficace, così come molte altre campagne ideate per marchi internazionali come Audi, Emirate Airlines, Procter&Gamble, San Paolo Imi. Dietro a tutto questo c’è Maurizio Cinti, che da qualche mese è diventato il nuovo direttore creativo di Unidea, l’agenzia di comunicazione diretta da Sandro Comini e da Mauro Regeni.

Un innesto di respiro internazionale per Unidea, proiettata sempre più sui mercati internazionali. Cinti è stato scelto per far fare un ulteriore salto di qualità a una struttura che, nell’arco del 2014, non solo ha raddoppiato il personale, ma è riuscita ad aumentare il fatturato del 35%.

«Il curriculum di Maurizio Cinti parla da solo – affermano Comini e Regeni –. Il suo arrivo rientra nel progetto di sviluppo dell’agenzia intrapreso negli ultimi due anni, con investimenti importanti nel management e nei new media».
E la crisi? «Non c’è per tutti – sottolineano Comini e Regeni –. Evidentemente siamo un’agenzia in controtendenza, grazie soprattutto alla capacità di dare risultati concreti alle aziende e forma al concetto di ‘comunicazione integrata’: la nostra struttura, infatti, si occupa direttamente di advertising, video, 3D, web, social media e ufficio stampa senza bisogno di esternalizzare alcun servizio. E non abbiamo alcuna intenzione di fermarci ora, il bello comincia adesso», assicurano.