Editoria, Televisione, TLC

07 luglio 2015 | 15:10

Confalonieri, Recchi, Patuano, Dona, Costa e l’Usigrai. I commenti dopo la relazione Agcom

(ANSA) “Con Sky siamo in concorrenza su tutto. Abbiamo una concorrenza feroce”. Così il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, ha risposto a margine della relazione annuale Agcom ad una domanda sulle voci di possibili accordi con la tv satellitare.

Fedele Confalonieri (foto Olycom)

(ANSA, 7 luglio 2015)

Tlc: Recchi, lavoriamo ventre a terra per recuperare gap

(ANSA) “Lavoriamo ventre a terra” per “recuperare il gap” nella rete a banda ultralarga. Lo ha assicurato il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, commentando l’allarme del presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, che ha parlato di “preoccupante arretratezza” su questo fronte. Per quanto riguarda in particolare l’impegno di Telecom, Recchi ha confermato che il gruppo ha aumentato “da 40 a 100 il numero delle città” in cui porterà la Fiber to the home entro marzo del 2018. “E’ importante – ha rilevato ancora Recchi – che nonostante il mercato sia in ribasso gli investimenti registrino un aumento. L’obiettivo della copertura del 75% in banda ultralarga ci sarà dopodomani, cioè a fine 2017″. (ANSA, 7 luglio 2015)

Tlc: Patuano, per banda ultralarga incentivare la domanda

(ANSA) Per recuperare il ritardo nella banda ultralarga “bisognerà pensare a un incentivo alla domanda”, in particolare per l’adozione di servizi “come e-commerce ed e-governement: si deve passare da quella strada”. Lo ha dichiarato l’ad di Telecom Italia, Marco Patuano, a margine della relazione annuale dell’Agcom. “Sull’infrastruttura – ha proseguito Patuano – abbiamo un programma molto importante e concreto, ma la domanda è a un livello preoccupante”. (ANSA, 7 luglio 2015)

Editoria: Costa,ripresa passa da collaborazione con digitale

(ANSA) “Nella relazione c’è un quadro ampio del settore della comunicazione, all’interno del quale si riafferma purtroppo una debolezza del settore della carta stampata, quotidiana e periodica. Però ci sono anche indicazioni di possibili strade per far fronte a queste difficoltà. C’è un riferimento a una possibile collaborazione con il settore digitale, un tema di relazione tra editoria tradizionale e digitale che credo sia la strada giusta da percorrere”. Questo il commento del presidente Fieg, Maurizio Costa, a margine della relazione annuale Agcom. Costa ha espresso apprezzamento nei confronti del presidente dell’Autorità, Angelo Marcello Cardani, per le iniziative di contrasto alla pirateria online e in difesa del diritto d’autore e per le dichiarazioni del Presidente della Camera, Laura Boldrini, sul ruolo e sulla funzione dei giornali come strumento di crescita culturale e di vera cittadinanza. (ANSA, 7 luglio 2015)

Tlc: Consumatori, sicurezza acquisti online è priorità

(MF-DJ) “Un appello giusto. Oggi gli italiani vogliono acquistare su internet. Secondo un’indagine dell’Unc sulle vacanze on line i pagamenti rapidi e sicuri sono al primo posto tra le cose che i consumatori chiedono, superiore addirittura alla convenienza”.
Lo ha affermato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori commentando le dichiarazioni del presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, nella Relazione al Parlamento dove ha fatto riferimento al problema della sicurezza negli acquisti on line dei consumatori. “Spesso non c’è consapevolezza su cosa sia sicuro oppure no”, ha proseguito Dona. “Molti consumatori considerano una garanzia il bonifico bancario, che, invece, in caso di truffe e banche con sedi all’estero è il metodo di pagamento più pericoloso. Anche pagare chi affitta un appartamento non attraverso il sito, la piattaforma utilizzata, ma contattando direttamente la controparte, significa aumentare i rischi”. ”Per questo, sul digital crime, è necessario potenziare l’attività di repressione, risolvendo ad esempio il problema delle rogatorie internazionali che spesso restano ferme, ma anche informare meglio il consumatore” ha concluso il segretario. (MF-DJ, 7 luglio 2015)

Rai: Usigrai, sfida è rilancio e definizione nuovi compiti

(ANSA) “La missione della Rai Servizio Pubblico è cruciale per il nostro sistema democratico. Per questo la vera sfida oggi è il suo rilancio attraverso la definizione dei nuovi compiti”. Questo il commento dell’esecutivo Usigrai alla relazione annuale Agcom. “Quindi – prosegue la nota -, accanto alla urgente e non più rinviabile definizione di nuove regole per la nomina dei vertici di Viale Mazzini, è indispensabile decidere cosa chiediamo al Servizio Pubblico e con quale finanziamento. E il dibattito deve essere il più aperto e inclusivo possibile. Per questo il richiamo del presidente dell’Agcom Angelo Marcello Cardani al rinnovo della Concessione è di estrema importanza”. “Un appuntamento sul quale si gioca parte determinante degli obiettivi del sistema Paese – si legge ancora -: l’equilibrio del mondo delle comunicazioni, la diffusione della digitalizzazione e la lotta al digital divide, la garanzia e la tutela del pluralismo. Oltre alla “coesione sociale”, come ricordato dalla presidente della Camera Laura Boldrini”. (ANSA, 7 luglio 2015)

Tlc: Trondoli (Metroweb), per investimenti servono incentivi

(ANSA) Le connessioni superiori ai 100 Mega, che secondo l’Agcom in Italia sono assenti, contro una media europea del 9%, “sono necessarie, soprattutto per il rilancio del sistema imprenditoriale italiano”. Lo afferma in una nota l’ad di Metroweb Italia Alberto Trondoli, secondo cui questa esigenza potrebbe essere “ben soddisfatta da una società come Metroweb che ha l’obiettivo di abilitare servizi di connessione in fibra Ftth. Il raggiungimento di questo obiettivo non può però prescindere da un quadro normativo e regolamentare certo e incentivante la realizzazione degli investimenti privati”.(ANSA, 7 luglio 2015)