09 luglio 2015 | 16:58

Parte la partnership editoriale tra l’Agi e Agence Congolaise de Presse, principale agenzia di stampa della Repubblica Democratica del Congo

L’agi, Agenzia Giornalistica Italia continua nella sua strategia d’internazionalizzazione, integrando la copertura dell’Africa sub sahariana con la firma di un Memorandum of Understanding per la collaborazione editoriale con l’Agence Congolaise de Presse, principale agenzia di stampa della Repubblica Democratica del Congo. Come riporta il comunicato stampa, l’intesa tra le due agenzie è stata sottoscritta a Kinshasa dall’ad di Agi, Gianni Di Giovanni, e da Justin Kangundu Khossy, direttore generale di ACP, alla presenza del Ministro della Comunicazione e dei Media, Lambert Mende Omalanga, e dell’Ambasciatore italiano presso la Repubblica Democratica del Congo, Massimiliano D’Antuono. L’accordo, spiega la nota, prevede una stretta sinergia per lo sviluppo editoriale sia nell’ambito dell’informazione primaria, sia nelle attività di comunicazione integrata e multimediale, nella formazione professionale e nell’organizzazione di eventi sul territorio.

“Questo accordo è molto importante per far conoscere al mondo italiano ed europeo la realtà della Repubblica Democratica del Congo, che ancora molti non conoscono appieno” ha dichiarato il Ministro della Comunicazione e dei Media, Lambert Mende Omalanga, sottolineando come Agi sia la prima agenzia europea a stringere un accordo con l’RDC, e come l’intesa aprirà nuove vie di scambio tra i due Paesi, sia in termini commerciali che di scambio d’informazione e formazione.
“Agi ha sempre seguito con grande attenzione gli eventi del continente africano” ha commentato l’ad di Agi, Gianni Di Giovanni, “nell’ottica di supporto al Sistema Paese verso i contesti economici e politici che hanno maggiori complementarietà e capacità di integrazione col nostro. Siamo certi che la partnership con ACP ci permetterà di svolgere ancora meglio questo ruolo di supporto e di stimolo”.

Gianni Di Giovanni, ad di Agi, con Justin Kangundu Khossy, dg di ACP